Desktop Area riservata

Torna alla Home Page



Scene di caccia in mare nell'arte rupestre scoperta in Cile

Di Sarah Gibbens - Fotografia di Benjamin Ballester

Le immagini di cacciatori armati di arpioni a bordo di zattere realizzati con ossido di ferro nel deserto di Atacama svelano l'importanza di questa pratica tra le antiche popolazioni cilene.

Per la popolazione di cacciatori-raccoglitori che 1500 anni fa viveva in una della zone più aride del mondo, il deserto cileno di Atacama, si sarebbe trattato di una cattura particolarmente fortunata.

Questo attimo, così come altri simili, è stato fissato nel tempo da antichi artisti circa 1500 anni fa. In dipinti rupestri color rosso acceso eseguiti in ossido di ferro è ancora possibile ammirare questa vecchia pratica di caccia. Nelle raffigurazioni, riferiscono gli archeologi, compaiono balene, pesci spada, leoni marini e squali.

Un nuovo studio pubblicato su Antiquity sottolinea quanto in questa epoca la caccia in mare fosse decisiva per i cacciatori-raccoglitori e come questa drammatica storia sia rappresentata dall'arte rupestre.

I primi ritrovamenti sono avvenuti in Cile da parte di antropologi all'inizio del XX secolo. Incastonata tra il deserto e l'oceano esiste una valle chiamata El Médano dove è stata documentata per la prima volta arte rupestre in questa regione. A lungo si è ritenuto che gli unici in questa area a praticare la pittura rupestre per circa un millennio fossero stati i Paposo.

Il nuovo studio si concentra sull'arte rupestre scoperta diversi chilometri a nord di El Médano, in un sito chiamato Izcuña, anche se i dipinti risalenti a questo periodo vengono definiti generalmente di arte El Médano.

Nelle gole di Izcuña sono stati rinvenuti 328 dipinti su 24 diversi blocchi di roccia. Molti sono stati rovinati dall'umidità portata dai banchi di nuvole che si formano sopra la costa cilena e si spostano poi verso l'interno. Una quantità sufficiente di opere si è preservata però in modo tale da poter essere associata all'arte di El Médano.

Il tipo più comune raffigura le sagome di grandi pesci. Altre immagini mostrano scene di caccia con zattere e armi. Nei dipinti sono rappresentati anche animali terrestri, ma la raffigurazione nella pittura rupestre di attività in mare è più rara.

L'autore dello studio, Benjamín Ballester, fa notare che le balene e i pesci vengono sempre disegnati fuori scala rispetto ai cacciatori e alle loro imbarcazioni, facendo delle prede un avversario impressionante.

"Dopo tutto la caccia viene rappresentata come una pratica specializzata, solitaria e individuale, eseguita da poche persone selezionate", sottolinea lo studio.

Più che semplici opere d'arte, i dipinti forniscono prove archeologiche del fatto che la caccia in mare fosse essenziale in queste società.

Durante scavi precedenti gli archeologi hanno trovato improvvisati arpioni costruiti con aste di legno con punte di freccia mobili risalenti a 7 mila anni fa.

Ballester sostiene che se si considerano questi manufatti e l'arte come un tutt'uno, gli archeologi sono in grado di comprendere meglio la vita nell'antico Cile.

"La caccia in mare era uno degli elementi fondamentali della loro sopravvivenza, ma erano anche dei grandi pescatori e raccoglitori di molluschi", spiega.

"Dai loro insediamenti costieri partecipavano attivamente a reti di scambio su grande scala con le comunità agro pastorali delle valli interne e delle oasi dell'Atacama, scambiando specialmente pesce essiccato con dei manufatti".

... continua a leggere

Ultime notizie

 19-02-2018 Leggi la notizia 

Scene di caccia in mare nell'arte rupestre scoperta in Cile

Di Sarah Gibbens - Fotografia di Benjamin Ballester

Le immagini di cacciatori armati di arpioni a bordo di zattere realizzati con ossido di ferro nel deserto di Atacama svelano l'importanza di questa pratica tra le antiche popolazioni cilene.

Per la popolazione di cacciatori-raccoglitori che 1500 anni fa viveva in una della zone più aride del mondo, il deserto cileno di Atacama, si sarebbe  [...]



 12-02-2018 Leggi la notizia 

Squali filmati lungo la costa a Cerano (Brindisi)

E' accaduto presso lo scarico della centrale Enel di Cerano, che continua ad attirare grossi pelagici e i loro predatori. In passato ci sono state anche catture di squali da parte di sub brindisini.

Quella zona adesso è frequentata solo di pescatori con la canna, che si appostano lungo i moli che circondano le prese di carico e scarico del dissalatore della centrale termo-elettrica Federico II [...]



 08-02-2018 Leggi la notizia 

Attacco alle Galapagos a Andrew Newman

Andrew Newman, 45 anni, stava nuotando nelle acque delle Galapagos quando è stato attaccato da uno squalo. L'animale lo ha afferrato al piede destro ledendo ossa e legamenti: “Mi sono salvato ricordandomi il film Lo squalo dove lo prendevano a pugni: ho fatto la stessa cosa. Ma l’ospedale era lontanissimo e per sopportare il dolore mi sono aiutato bevendo tequila”.

Andrew e il celebre ar [...]



 05-02-2018 Leggi la notizia 

Delfino non comune in Mediterraneo ucciso dagli squali a Carloforte

La carcassa di un delfino attaccato dagli squali è stata ritrovata il 3 febbraio scorso sulla spiaggia della Caletta, nell'Isola di San Pietro in Sardegna. Il delfino appartiene alla specie Delphinus delphis, non comune nel Mediterraneo, dove prevalgono il tursiope e la stenella striata.

L’animale è stato attaccato dagli squali ed ha subito attirato l’attenzione del Centro recupero cetace [...]



 30-01-2018 Leggi la notizia 

Libro: Diving with sharks, di Nigel Marsh e Andy Murch

La prospettiva di incredibili incontri con i grandi bianchi, gli squali tigre, gli squali balena, i martello e molte altre specie di squali, attrae ogni anno sempre più subacquei a nuotare con questi magnifici e incompresi predatori nei punti più caldi di tutto il mondo, dall'Australia, Sud Africa, Stati Uniti e Messico, alle Fiji, al Mar Rosso, al Regno Unito e alle Bahamas.

Questo libro è  [...]



 29-01-2018 Leggi la notizia 

Film: Blu profondo 2 (USA 2018) di Darrin Scott

Gli squali sono più letali e intelligenti nel full trailer di Blu Profondo 2. Il seguito dello shark movie del 1999 è stato diretto da Darrin Scott e vede protagonista Michael Beach.

A quasi sei mesi mesi dalla prima immagine ufficiale e a quasi due dalle dichiarazioni rassicuranti del dirigente Matt Bierman, la Warner Bros ha diffuso oggi il full trailer di Deep Blue Sea 2, sequel di quel Bl [...]



 27-01-2018 Leggi la notizia 

E' morto Nitto Mineo, sub nelle tonnare delle Egadi che incontrava gli squali bianchi

E' morto Nitto Mineo, un nome leggendario per gli amanti del mare e delle Egadi. Fu infatti il primo sub a correre il rischio di calarsi dentro una tonnara. E' stato comandante di pescherecci, corallaro, scopritore di relitti e soprattutto subacqueo delle tonnare. Era nato a Marettimo 84 anni fa ma ha vissuto a Levanzo prima di tornare a Trapani a causa delle sue condizioni di salute.

Iniziò l [...]



 27-01-2018 Leggi la notizia 

L'odio di Trump per gli squali fa aumentare le donazioni a loro favore

La scorsa settimana la rivista In Touch ha ripubblicato la versione integrale di una lunga intervista a Stormy Daniels, una donna che di mestiere fa la pornostar e che ha avuto una relazione con Donald Trump. L’intervista risale al 2011 e, tra le altre cose, la donna ha raccontato la paura di Trump per gli squali, di cui lui stesso le avrebbe parlato dopo che avevano visto insieme un programma s [...]



 26-01-2018 Leggi la notizia 

Squalo bianco trovato morto su una spiaggia delle Filippine

MANILA, Filippine - I residenti di Dipaculao, nella provincia di Aurora, hanno avuto una grande sorpresa mercoledì mattina, 24 gennaio, quando si sono svegliati e hanno trovato un grande squalo bianco morto di 5 metri sulla loro spiaggia.

Le foto dello squalo morto pubblicate su Facebook sono diventate virali raccogliendo quasi 4000 reazioni e 12.000 azioni. Il post ha sollevato timori tra i c [...]



 26-01-2018 Leggi la notizia 

Salvare gli squali con gli alberi genealogici della loro evoluzione

Gli scienziati puntano a salvare i rami più importanti dell'albero della vita di squali, razze e chimere.

Per far uscire dall’ombra e salvaguardare rare specie di squali, razze e chimere (condritti), i ricercatori della Simon Fraser University (Sfu) e i loro colleghi di altre università canadesi e statunitensi hanno sviluppato un albero genealogico completamente definito e hanno classificat [...]



SPONSOR

Spazio Pubblicitario

1000 x 120

Selezione di articoli

CUBA: Giardini della Regina e Cayo Largo

Anni fa iniziava l’avventura di un gruppo di italiani che, innamoratisi dei Giardini della Regina, decisero di trasformare l’area in un parco marino protetto.

Ocean Ramsey a Isla Guadalupe nell'Ottobre 2013

Resoconto di Ocean appena tornata dall'Isola di Guadalupe. Guadalupe è un posto speciale e estremamente importante per i grandi squali bianchi

Miami: una vergognosa attività in Florida

Nel mondo occidentale ci stupiamo della facilità con cui in oriente sterminano gli squali, ma qui siamo a Miami e questo psicopatico ha fatto show businness con la pesca (e uccisione) degli squali.

Ancora sulle tracce di umanoidi acquatici

Non ci crediamo, ma ci crediamo. Non possiamo fare a meno di essere affascinati. Lo sapeva bene P.T. Barnum, che nel XIX secolo fondò uno dei più famosi circhi itineranti dell’America del nord. Negli anni ’40 di quel secolo, i cosiddetti "fenomeni da baraccone", la facevano da padrona. L’uomo più piccolo, i gemelli siamesi, il gigante, la sirena delle Fiji ecc...

Il Grande squalo bianco Carcharodon carcharias

Sotto vari sinonimi (come mangiatore di uomini e la morte bianca), lo squalo bianco e' stato a lungo oggetto dell'attenzione negativa dei media, a causa di alcuni attacchi mortali a umani, o diretti verso imbarcazioni. Come conseguenza di questa tipica tendenza umana all'esagerazione e allo status leggendario di grande pesce, la specie e' stata obiettivo di pesca sportiva e di caccia per procurars

Bahamas: Spedizione italiana del 2012 in cerca di squali.

L’avevo vista tante volte sul web ed ora che l’avevo davanti mi sembrava impossibile. E’ il 9 novembre, il giorno prima dell’imbarco per la spedizione con Jim Abernethy sui banchi delle isole Bahamas.

Interazioni con gli squali in Mediterraneo

Nonostante gli avvistamenti di cetorini e le catture di capopiatto sembra che gli incontri con grossi squali in Mediterraneo siano ormai un ricordo. Questo non può che significare una drastica diminuzione del loro numero.

I pescatori di squali di Lamalera

Lamalera è l ultimo villaggio della terra dove gli esseri umani cacciano ancora le balene, gli squali, le orche e i delfini con arpioni di bambù, un modo di pescare e vivere pericoloso e selvaggio

Attacchi di squalo nel Mar Mediterraneo

Sebbene la maggior parte delle interazioni riportate dal Mediterraneo si riferiscano alle coste Italiane, c'e' da rilevare la scarsità di notizie su molto di cio' che accade nelle coste del Mediterraneo del Sud (Nord Africa), magari per via dei pregiudizi dei media verso le Nazioni piu' occidentali della regione, dove gli attacchi generano un piu' grande interesse popolare.

Le code degli squali

La maggio parte degli squali possiedono una pinna caudale eterocerca la cui parte dorsale è di solito molto più grande di quella ventrale. Ciò è dovuto al fatto che la colonna vertebrale dello squalo si estende per l'appunto fino alla porzione dorsale, dando una maggiore area superficiale ai legamenti dei muscoli, in modo da fornire un metodo di locomozione molto efficiente e da compensare la catt

Ordine degli Hexanchiformi

Questo e' uno degli ordini piu' antichi, con la caratteristica piu' tipica di possedere 6 o 7 fessure branchiali. Questo e' considerato un carattere molto primitivo rispetto agli squali piu' moderni che ne possiedono soltanto 5. Comparati con gli appartenenti agli altri ordini, hanno solo una pinna dorsale. Sono distribuiti ampiamente nel mondo e vivono preferibilmente in acque profonde. La conosc

Ordine degli Orectolobiformi

Nel loro insieme, gli squali dell'ordine (per alcuni autori sottordine) Orectolobiformes (Applegate, 1806), sono a volte chiamati squali tappeto, in quanto molti di loro sono caratterizzati da segni sul corpo che ricordano le decorazioni dei tappeti. L'ordine include alcuni degli squali più diffusi: gli squali nutrice, gli squali ciechi ed infine gli squali balena. Gli orectolobiformi presentano

Ordine degli Squaliformi

Squaliformi è un ordine di squali che include 130 specie in sette famiglie. I membri dell'ordine hanno due pinne dorsali, che di solito possiedono spine, nessuna pinna anale o membrana nittitante, e cinque fessure branchiali. In molti altri aspetti, tuttavia, sono molto variabili per forma e dimensione. Si trovano in tutto il mondo, dalle acque polari a quelle tropicali, e dai mari costieri poco p

Diving di Cipro organizza caccia e uccisione di squali

Si tratta del A.A.K. Larnaca Napa Sea Cruises, autentici assasini di squali e di qualunque altra cosa nuoti, sebbene tenuti alla "cattura e rilascio" ... li rilasciano morti!

Il Megalodonte

Il megalodonte (Carcharodon megalodon o Carcharocles megalodon Louis Agassiz, 1843) è una specie estinta di squalo di notevoli dimensioni, noto per i grandi denti fossili, alcuni dei quali ritrovati anche in Sardegna. Il nome scientifico megalodon deriva dal greco e significa appunto "grande dente". I fossili di C. megalodon si trovano in sedimenti dall'Eocene al Pliocene(55 - 1,8 mln di annni fa)

Spiagge con più attacchi

Gli compaiono pià spesso nelle calde acque oceaniche, probabilmente attirati dalla grande abbondanza di pesce. Il primato assoluto di aggressioni all’uomo spetta alle spiagge di New Smyrna Beach, località della Florida che si trova nella contea di Volusia (nel nord est dello stato). Nel 2008 si sono verificate ben 38 attacchi, quindi sarebbe meglio non farci il bagno. larga da questi lidi.

I grigi dello Scoglio di Lampione

Il subacqueo e fotografo Roberto Merlo documentò sul mensile 'Mondo Sommerso' nell'agosto del 1964 la presenza degli squali grigi nelle acque dell'isolotto deserto del Canale di Sicilia, al largo di Lampedusa. Secondo Merlo, ad attirare questi pesci predatori - tuttora presenti a Lampione - sarebbe stata anche la pesca con il tritolo praticata allora dai pescatori lampedusani.

Le schede descrittive degli squali

Questa lista contiene i nomi scientifici degli squali che possiedono una descrizione su squali.com, sarà aggiornata man mano che verranno inserite nuove schede di specie di squalo.

Attachi di squalo a partire dall'8 marzo 2001

E' necessario distinguere tra attacchi provocati e non provocati. Si definisce attacco di squalo non provocato un incidente nel quale l'animale all'interno del suo habitat naturale attacchi un uomo ancora in vita senza essere stato in precedenza provocato.

Quadri con squali

Breve panoramica di quadri che hanno gli squali come soggetto


Link su squali - biologia - conservazione della natura

CSIRO - Agenzia scientifica australiana

Il Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation, è l'agenzia scientifica australiana e una delle più grandi e diversificate agenzie di ricerca del mondo.

Elasmo.com - Fossili di squalo del nord America

Il sito è in linea dal 1996 con l'obiettivo di migliorare la conoscenza degli squali fossili del Nord America. Sebbene alcune pagine più vecchie avrebbero bisogno di aggiornamento, resta un riferimento importante per gli appassionati.

Elasmodiver - Di Andy Murch

Andy Murch è un fotografo di squali freelance dello Shark Diver Magazine. Egli è anche il creatore di Elasmodiver.com che è una delle più grandi fonti di informazione su squali e razze su internet.

FAO - Pesca e Acquacultura

Agenzia delle Nazioni Unite per il cibo e l'agricoltura. Il Dipartimento Pesca e Acquacultura propone l'uso responsabile e sostenibile delle risorse ittiche, squali compresi.

FishBase - Database sui pesci in inglese

Contiene 32900 Specie, 303000 nomi comuni, 54800 immagini, 51400 Referimenti, aggiornato da 2150 collaboratori. Riceve 800.000 visite al mese. E' il punto di riferimento di Squali.com per la collocazione tassonomica degli squali.

IUCN - Sito ufficiale italiano

Unione Mondiale per la Conservazione della Natura, aiuta il mondo a trovare soluzioni pragmatiche per le sfide ambientali e di sviluppo più urgenti

IUCN - Sito ufficiale mondiale

Unione Mondiale per la Conservazione della Natura, aiuta il mondo a trovare soluzioni pragmatiche per le sfide ambientali e di sviluppo più urgenti

Pesci dell'Australia

Bel sito per informazioni sulla diversità biologica delle specie marine e d'acqua dolce dell'Australia

Shark diver magazine

ELI MARTINEZ è il fondatore della rivista e un eccezionale protagonista delle immersioni con gli squali. Il suo modo di interagire con loro ha contribuito a cambiare l'opinione che la gente ha di questi animali.

Shark-References, database del Bavarian State Collection of ...

Bibliografia scientifica sui squali, razze e chimere recenti e fossili (pesci cartilaginei, Chondrichthyes). La banca dati è online da Giugno 2009 con un archivio di dati di circa 1.000 citazioni scientifiche. Oggi detiene più di 19.000 fonti e pubblicazioni.

SharkAcademy: il sito di Riccardo Sturla Avogadri

Riccardo è il fondatore della Sharkacademy e una delle persone più appassionate e operative del settore. Credo abbia la più grande collezione al mondo sugli squali, dai reperti biologici ai denti fossili, dalle pubblicazioni alle riproduzioni di specie a grandezza naturale. Organizza viaggi e corsi con rilascio di brevetti, cura vari progetti di ricerca e non mancherà di sorprendervi.

ZOOTAXA : la grande rivista della tassonomia animale

Zootaxa è una rivista internazionale per una rapida pubblicazione di documenti di alta qualità su qualsiasi aspetto di zoologia sistematica, con una preferenza per le grandi opere tassonomiche quali monografie e revisioni. Contiene documenti su animali sia vivi che fossili, e considera tutti gli aspetti tassonomici, tra cui teorie e metodi di sistematica e filogenesi, monografie tassonomiche ...


   
© 1999-2018 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti