Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

La digestione degli squali


La digestione può richiedere molto tempo. Il cibo si muove dalla bocca a uno stomaco a forma di 'J', dove viene immagazzinato e avviene la digestione iniziale. Gli oggetti indesiderati non passano mai oltre lo stomaco, e così lo squalo vomita o rivolta il suo stomaco fuori ed espelle gli elementi indesiderati dalla sua bocca.

L’apparato digestivo è caratterizzato da uno stomaco piuttosto voluminoso e da un intestino corto, chiamato valvola spirale, la cui forma richiama quella di una scala a chiocciola. La valvola spirale può essere di due tipi: ad anelli corti o ad anelli allungati. La conformazione a valvola, che garantisce una maggiore superficie di assorbimento dei principi nutritivi, ma allo stesso tempo incrementa il tempo di digestione, è giustificabile in base alla presenza del grosso fegato.

L'intestino termina nel retto, dotato di una ghiandola rettale che espleta le funzioni dell'intestino cieco umano, e quindi si apre all'esterno in prossimità dell'ano attraverso la cosiddetta cloaca, che drena all'esterno anche i dotti urogenitali (e nella femmina è qui che avviene la fecondazione). Negli squali sono ben sviluppati sia la milza che il pancreas.

   
© 1999-2016 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti