Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

La riproduzione degli squali: viviparità

In questo caso la madre mantiene un contatto placentale con l'embrione in via di sviluppo, in modo analogo a quanto fanno i mammiferi durante la gestazione. Il nutrimento della prole avviene attraverso un vero e proprio cordone ombelicale.

In questo modo il cucciolo nasce già vivo e con tutte le funzionalità di base attive. Gli squali martello, gli squali requiem (come lo squalo dello Zambesi e lo squalo tigre) e lo squalo elefante appartengono a questa categoria.

Si ritiene che lo squalo elefante sia la specie caratterizzata dalla gestazione più lunga (superiore a 18 - 24 mesi), ma non vi sono ancora prove scientifiche al riguardo.

   
© 1999-2017 Squali.com  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti