Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Genere: Bythaelurus

Descrizione

Il genere Bythaelurus (Compagno 1988) della famiglia Scyliorhinidae è stato descritto come un sottogenere di Halaelurus (Gill 1862)sulla base di diverse caratteristiche morfologiche, tra cui un corpo morbido con la pelle sottile, un muso arrotondato e gli occhi non particolarmente in alto sulla superficie dorsale della testa. Inoltre, i membri di questo genere si trovano generalmente in acque profonde e hanno una colorazione più cupo del corpo. Questo è in contrasto con le specie di Halaelurus che hanno un corpo sodo con la pelle spessa, un muso appuntito e gli occhi visibilmente elevati sulla superficie dorsale della testa. Le specie Halaelurus in genere hanno anche livree attraenti e occupano vivono dalla superficie fino a moderate profondità.

Compagno (1988) ha affermato che questi due gruppi subgenerici potrebbero finalmente meritare in pieno il carattere di genere, ma visti i rapporti irrisolti con gli altri generi strettamente correlati (ad es Asymbolus, Galeus, e Parmaturus), il Bythaelurus rimase un sottogenere del Halaelurus fino al 1999
quando, in due pubblicazioni separate, Compagno lo ha dapprima mantenuto come un sottogenere (Compagno 1999a), ma poi lo ha elevato senza alcuna spiegazione a pieno carattere generico (Compagno 1999b) e da allora, è stato generalmente riconosciuto come genere.

Recenti studi molecolari hanno sostenuto Bythaelurus al rango di genere (Naylor et al. 2012A). All'epoca del sottogenere proposto da Compagno (1988) comprendeva sei specie, a titolo di prova B. alcockii (Garman 1913), B. canescens (Günther 1878), B. dawsoni (Springer 1971), B. hispidus (Alcock 1891), B. immaculatus
(Chu e Meng 1982), e B. lutarius (Springer & D'Aubrey 1972).

Ebert et al. (2013) successivamente elencato tre altre specie: B. clevai (Seret 1987), B. giddingsi McCosker, lunghi e Baldwin 2012, e B. incanus Ultimi &
Stevens del 2008.


La distribuzione del genere appare concentrata nell'Oceano Indiano dove sono conosciuti per cinque specie; due specie risultano sia nel Pacifico occidentale e sud-est dell'Oceano Pacifico (Ebert et al. 2013). Delle cinque specie dell'Oceano Indiano, due (B. alcockii e B. hispidus) si incontrano nell'Oceano Indiano settentrionale e due (B. clevai e B. lutarius) nell'Oceano Indiano sud-occidentale, con una quinta specie (B. incanus) conosciuta nell'Oceano Indiano centro orientale (Ebert 2013).

Le due specie nell'Oceano Indiano sud-occidentale possono essere distinte per la colorazione; B. clevai ha una livrea a macchie grandi e piccole, mentre B. lutarius manca generalmente di macchie tranne per una marcatura scura nella sella alla base di ogni pinna dorsale e pinna caudale.


Gli squali


Bythaelurus alcockii
Gattuccio arabico
Immagine non presente

Bythaelurus clevai
Gattuccio dalla testa grande
Immagine non presente

Bythaelurus hispidus
Gattuccio ispido
Immagine non presente

Bythaelurus immaculatus
Gattuccio senza macchie
Immagine non presente

Bythaelurus incanus
Gattuccio cupo
Immagine non presente

Bythaelurus lutarius
Gattuccio bruno o del fango
Immagine non presente

Bythaelurus naylori
Gattuccio dal muso scuro
Immagine non presente
   
© 1999-2014 Antonio Nonnis