Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Selezione di contenuti
 Squali misteriosi
 Cartilagine di squalo
 Il Megalodonte
 Quadri con squali
 I denti degli squali
www.squali.com - scheda della Famiglia Carcharhinidae

Carcharinidae

Famiglia Carcharhinidae

Jordan & Evermann, 1896
Requiem sharks tratto da Shark Trust

Note sull'identificazione
Sono qui rappresentate nove specie di carcharhinidi trovati nel Mediterraneo, dei quali il piu' abbondante e' lo squalo blu, o verdesca, Prionace glauca, nelle acque pelagiche al largo, e lo squalo grigio Carcharhinus plumbeus come tipico delle zone costiere, specialmente quelle del Mediterraneo centro sud, orientale e del Nord Africa.
Gli altri, principalmente il Pinna nera (Carcharhinus brevipinna), e il meno frequente Carcarino minore pinna nera, (Carcharhinus limbatus), si possono incontrare progressivamente spostandosi dalla Sicilia attraverso regioni dove l'acqua e' piu' calda. Sotto molti aspetti, condizioni e distribuzione di queste ultime due e alcune delle restanti specie, sono scarsamente conosciute principalmente perche' molti di questi squali grigi appaiono esteriormente simili e diventano un unico gruppo quando vengono pescati. Ci restano gli altri ben noti carcharhinidi che finora sono stati rilevati nel Mediterraneo, come il tigre, Galeocerdo cuvier e lo Zanibezi Carcharhinus leucas. In passato queste specie sono state citate forse per confusione con altre simili. Per di piu' permangono le difficolta' legate al fatto che in molte regioni diversi carcharhinidi vengono chiamati familiarmente con nomi identici o simili, e sono cosi' considerati la stessa cosa dai perscatori professionisti.
La verdesca, Prionace glauca, tuttavia e' facilmente identificabile e pertanto esclusa dalle considerazioni che seguono.
Per aiutare l'identificazione, in questa guida gli squali carcharhinidi sono stati organizzati, in riferimento ai caratteri distintivi, dalla presenza o mancanza di una cresta interdorsale, che si manifesta come una linea caratteristica della pelle, bassa o pronunciata, che corre longitudinalmente lungo la parte posteriore del corpo, tra la prima e la seconda pinna dorsale. La base d'indentificazione e' stata ancora suddivisa per caratteristiche come la posizione della prima dorsale rispetto alle pettorali; le macchie sugli apici delle pinne, e cosi' via, per successive semplificazioni.
Se richiesto, rilevazioni morfometriche piu' complete sono state fornite da Garrick (1982) e/o Compagno (1984 [part 2] e 1988).

Descrizione dei Carcharhinidi del mediterraneo

Presenza della cresta interdorsale
Carcharhinus altimus
Carcharhinus falciformis
Carcharhinus obscurus
Carcharhinus plumbeus

Se la prima dorsale origina piu' o meno sopra all'inserzione delle pettorali piuttosto che in un punto qualsiasi, puo' essere un Carcharhinus altimus (raro) o un Carcharhinus plumbeus (comune).

Lembi nasali prominenti e triangolari; cresta interdorsale alta; la distanza dalla narice alla bocca misura meno di 2.4 x larghezza della bocca. : C.altimus

Lembi nasali non prominenti; cresta interdorsale bassa; prima dorsale molto alta simile ad una vela; la distanza tra le narici e la bocca maggiore di 2.4 x larghezza della bocca: C. plumbeus.

Se la prima dorsale origina piu' o meno dietro le pettorali piuttosto che sulla loro inserzione e' un Carcharhinus obscurus

Se la prima dorsale origina ben all'indietro rispetto alle pettorali e' Carcharhinus falciformis

Assenza della cresta interdorsale
Carcharhinus brevipinna
Carcharhinus limbatus
Carcharhinus melanopterus
Carcharhinus brachyurus

Denti superiori con cuspidi strette, ricurve e seghettate; color bronzo o oro-bruno (prima dorsale origina sopra o appena avanti l'inserzione delle pettorali): Carcharhinus brachyurus

La base della prima dorsale e' piu' vicina alla zona pelvica che a quella pettorale; nei giovani (vivi) colore del dorso sorprendentemente blu-azzurro: Prionace glauca

Apici delle pinne puntate di nero.

Sempre puntate, con una zona bianca sotto la macchia nera della prima dorsale: Carcharhinus melanopterus

Normalmente puntate, prima dorsale origina al di sopra dell'inserzione pettorale: Carcharhinus limbatus

Normalmente puntate, prima dorsale origina appena dietro l'inserzione dei pettorali: Carcharhinus brevipinna
     
© 1999-2015 Antonio Nonnis
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti