Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Squalo elegante dalle macchie di leopardo

Cephaloscyllium pardelotum

(Schaaf-Da Silva & Ebert, 2008)

Ordine: Carcharhiniformi  Famiglia: Scyliorhinidae  Genere: Cephaloscyllium

Descrizione

Lo squalo elegante dalle macchie di leopardo è stato trovato solo al largo del sud di Taiwan. Ha un corpo snello e una testa relativamente breve e un po’ appiattita, con un muso ampiamente arrotondato. Le narici di grandi dimensioni sono preceduti da lembi di pelle bilobati estesi lateralmente che non raggiungono la bocca. Gli occhi sono piccoli e ovali, con larghe creste sotto, e seguiti da piccoli spiracoli. La larga bocca è priva di solchi agli angoli e contiene 60 file di denti in entrambe le mascelle; ogni dente è minuto, con una cuspide centrale e un paio di cuspidi laterali.

Le cinque paia di fessure branchiali sono molto brevi. Le pinne pettorali sono grandi e larghe, mentre le pinne pelviche sono piccole. La prima pinna dorsale è piccola e ha origine sopra o dietro al centro delle basi delle pinne pelviche. La seconda pinna dorsale è leggermente più piccola della prima pinna dorsale, mentre la pinna anale è più grande della prima pinna dorsale. La pinna caudale è ampia, con una forte tacca ventrale vicino alla punta del lobo superiore.

La pelle è spessa e coperta da denticoli dermici ben calcificati. Questo squalo è bruno dorato sul dorso, con piccole macchie e rosette scure (un anello di 5 - 6 punti) sopra la testa e ai lati, e sette selle vuote a forma di “H” sul dorso e sulla coda. I bordi delle selle sono variegati e meno definiti di quelli dello squalo elegante reticolato (Cephaloscyllium fasciatum). Il ventre è pallido e non marcato. Mentre la colorazione degli adulti è sconosciuta, la colorazione dei giovani è diversa da quella dei giovani delle altre specie del genere Cephaloscyllium nella regione.

Distribuzione

Conosciuto solo da un catturato a sud di Taiwan.

Dimensioni

L'unico esemplare, un giovane, misurava 20,2 centimetri di lunghezza.

Riproduzione

Quasi nulla si sa della storia naturale dello squalo elegante dalle macchie di leopardo.

Pericoli

È capace di gonfiarsi con acqua o aria come misura difensiva, come altri squali elegante. L'International Union for Conservation of Nature (IUCN) non ha valutato lo stato di conservazione dello squalo elegante dalle macchie di leopardo.

Note

L’unico esemplare conosciuto di squalo elegante dalle macchie di leopardo è stato raccolto il 21 aprile 1988 a Tungkang, Taiwan, da David Ebert, che la descrisse in collaborazione con Jayna Schaaf-Da Silva in un numero del 2008 della rivista scientifica Zootaxa. Gli diedero il nome specifico pardelotum dal latino pardus, che significa “leopardo”.



Specie del genere Cephaloscyllium

   
© 1999-2014 Antonio Nonnis