Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Squalo lanterna di Bigelow

Etmopterus bigelowi

(Shirai e Tachikawa, 1993)

Ordine: Squaliformi  Famiglia: Etmopteridae  Genere: Etmopterus

Dentizione


Descrizione

Lo squalo lanterna di Bigelow è una specie poco conosciuta di pescecane della famiglia Etmopteridae, ha un corpo snello, una testa grossa e la coda corta. Il muso è a forma di cuneo e leggermente schiacciato, diventando appuntito. Le narici sono grandi, con corti lembi di pelle nella parte anteriore. Gli occhi sono di forma ovale con una profonda tacca anteriore nell’orbita. La bocca ha lunghi solchi in corrispondenza degli angoli, che si estendono a metà strada verso la prima delle cinque fessure branchiali.

Ci sono 19 - 24 file di denti nella mascella superiore, ciascuno con una stretta cuspide centrale affiancata da 2 - 4 paia di piccoli cuspidi, aumentando di numero con l'età nei maschi di oltre 45 cm di lunghezza. Ci sono 25 - 39 righe di denti nella mascella inferiore, ogni dente ha una cuspide simile a un coltello con il bordo liscio, e le loro basi sono sovrapposte fino a formare un'unica superficie tagliente; i denti dei maschi di oltre 43 cm di lunghezza e le femmine di oltre i 35 cm di lunghezza diventano più dritti con l'età.

La prima pinna dorsale è più vicina alle pinne pettorali che a quelle pelviche, e porta una dritta e scanalata spina nella parte anteriore. La seconda pinna dorsale è alta la metà della prima e porta una spina più lunga e curva. Le pinne pettorali sono arrotondate sulle punte, con la distanza tra esse e le pinne pelviche, angolari e di dimensioni medie, quasi uguale alla distanza tra le due pinne dorsali. La pinna anale è assente.

Il peduncolo caudale è stretto, portando ad una pinna caudale con un lobo inferiore ben sviluppato e un ampio lobo superiore con una tacca ventrale vicino alla punta. I piccoli, denticoli dermici sono densamente ma irregolarmente disposti, ognuno con una corona piatta e tronca.

La colorazione è marrone o grigia sopra, con una macchia chiara sulla ghiandola pineale, e nera ventralmente che si estende in segni poco sopra i lati della testa, sotto le pinne pettorali, sopra le pinne pelviche e sotto il peduncolo caudale.

Come altri squali lanterna, lo squalo lanterna di Bigelow possiede fotofori emettitori di luce, che non sono posti in fasce prominenti. E' molto simile allo squalo lanterna liscio, ma è più grande e può essere attendibilmente differenziato in base al numero di curve nell’intestino a spirale (16 - 19 contro 10 - 13).

Habitat

Squali lanterna di Bigelow sono stati catturati sulle piattaforme e scarpate continentali ed insulari, sulle dorsali e montagne sottomarine. È parzialmente pelagico e si trova a 110 - 700 m di profondità. Come molti altri squali lanterna, gli adulti si trovano in acque più profonde rispetto ai giovani.

Distribuzione

Nell'oceano Atlantico, è conosciuto dal Golfo del Messico all’Argentina, e al largo dell’Africa occidentale e meridionale.

Nell’Indo - Pacifico, è stato riportato dal largo di Okinawa e dell’Australia, nonché sull’ Emperor and Hancock Seamount nel Pacifico settentrionale e centrale, sul Nazca Plate al largo del Perù.

Alimentazione

La dieta dello squalo lanterna di Bigelow consiste di calamari, pescecani più piccoli, pesci lanterna e uova di pesce.

Dimensioni

Cresce fino ad una lunghezza di almeno 67 cm.

Riproduzione

La riproduzione è ovovivipara, con gli embrioni in via di sviluppo sostenuti da un sacco vitellino e nascono a una lunghezza di 16 cm. I maschi raggiungono la maturità sessuale intorno ai 31 - 39 cm, e le femmine ai 38 - 47 cm.

Pericoli

Lo squalo lanterna di Bigelow è innocuo e privo di rilevanza economica, ma può essere catturato e scaricato dalla pesca in acque profonde. A causa della sua ampia diffusione e della mancanza di prove di mortalità dovuta alla pesca pesante, l'International Union for Conservation of Nature (IUCN) ha valutato questa specie a Basso rischio.

Note

Gli ittiologi giapponesi Shigeru Shirai e Hiroyuki Tachikawa descrissero lo squalo lanterna di Bigelow in un articolo del 1993 sulla rivista scientifica Copeia, come parte di una revisione tassonomica del gruppo della specie. Shirai e Tachikawa rivelarono che il gruppo costituisce lo squalo lanterna liscio (Etmopterus pusillus) e di una specie finora non riconosciuta, che hanno chiamato Etmopterus bigelowi in onore di Henry B. Bigelow (che, insieme a William C. Schroeder e a Stewart Springer, descrisse per primo lo squalo lanterna di Bigelow nel 1955, ma non lo vide come qualcosa di separato dall’Etmopterus pusillus).

Il gruppo si distingue da altri squali lanterna nell’avere denticoli dermici disposti irregolarmente (che terminano con una corona piatta come se la punta fosse tagliata).


Immagini

Vai alla galleria immagini

Oppure clicca su ciascuna immagine per ingrandirla


Specie del genere Etmopterus

Squalo lanterna guancia biancaEtmopterus alphusEbert, Straube, Leslie e Weingmann, 2016
squalo lanterna della Nuova ZelandaEtmopterus baxteriGarrick, 1957
Squalo ninjaEtmopterus benchleyVasquez, 2015
Squalo lanterna di BigelowEtmopterus bigelowiShirai e Tachikawa, 1993
Squalo lanterna coda cortaEtmopterus brachyurusSmith e Radcliffe, 1912
Squalo lanterna rugosoEtmopterus bullisiBigelow e Schroeder, 1957
Squalo lanterna cilindricoEtmopterus carteriSpringer e Burgess, 1985
Squalo lanterna coda macchiataEtmopterus caudistigmusLast, Burgess e Séret, 2002
Squalo lanterna brunoEtmopterus compagnoiFricke& Koch, 1990
Squalo lanterna dai denti a pettineEtmopterus decacuspidatusChan, 1966
Squalo lanterna rosaEtmopterus dianthusLast, Burgess e Séret, 2002
Squalo lanterna rigatoEtmopterus dislineatusLast, Burgess & Séret, 2002)
Squalo lanterna bocca neraEtmopterus evansiLast, Burgess e Séret, 2002
Squalo lanterna pigmeoEtmopterus fususLast, Burgess e Séret, 2002
Squalo lanterna bande largheEtmopterus gracilispinisKrefft, 1968
Squalo lanterna australeEtmopterus granulosusGünther, 1880
Squalo lanterna caraibicoEtmopterus hillianusPoey, 1861
Squalo lanterna di LailaEtmopterus lailaeEbert,Papastamatiou,Kajiura & Wetherbee, 2017
Squalo lanterna occhio piccoloEtmopterus litvinoviParin e Kotlyar, 1990
Squalo lanterna ventre neroEtmopterus luciferJordan e Snyder, 1902
Squalo lanterna coda sottileEtmopterus molleriWhitley, 1939
Squalo lanterna nanoEtmopterus perryiSpringer & Burgess, 1985
Squalo lanterna africanoEtmopterus polliBigelow, Schroeder e Springer, 1953
Squalo lanterna maggioreEtmopterus princepsCollett, 1904
Falso squalo lanternaEtmopterus pseudosqualiolusLast, Burgess & Séret, 2002
Squalo lanterna liscioEtmopterus pusillusLowe, 1839
Squalo lanterna squame lisceEtmopterus pycnolepisKotlyar, 1990
Squalo lanterna delle Indie OccidentaliEtmopterus robinsiSchofield e Burgess, 1997
Squalo lanterna pinna frangiataEtmopterus schultziBigelow, Schroeder e Springer, 1953
Squalo lanterna spinosoEtmopterus sentosusBass, D'Aubrey & Kistnasamy, 1976
Squalo lanterna ventre di vellutoEtmopterus spinaxLinnaeus, 1758
Squalo lanterna splendidoEtmopterus splendidusYano, 1988
Squalo lanterna della TasmaniaEtmopterus tasmaniensisMyagkov & Pavlov in Gubanov, Kondyurin & Myagkov,
Squalo lanterna brunoEtmopterus unicolorEngelhardt, 1912
Squalo lanterna hawaianoEtmopterus villosusGilbert, 1905
Squalo lanterna verdeEtmopterus virensBigelow, Schroeder & Springer, 1953
   
© 1999-2014 Antonio Nonnis