Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Gattuccio dalla coda a sega sottile

Galeus gracilis

(Compagno & Stevens, 1993)

Ordine: Carcharhiniformi  Famiglia: Scyliorhinidae  Genere: Galeus

Descrizione

Ha un corpo snello e una breve testa stretta con un muso arrotondato. Gli occhi sono orizzontalmente ovali e dotati di rudimentali membrane nittitanti. Sotto ogni occhio vie è una sottile cresta e dietro un piccolo spiraglio. Le narici sono divisi da piccoli lembi di pelle triangolare davanti. La bocca forma un ampio arco e ha solchi moderatamente lunghi intorno agli angoli. Vi sono 54 - 57 file di piccoli denti ravvicinati nella mascella superiore e 54 - 62 file di denti nella mascella inferiore. Ogni dente ha una cuspide centrale stretta di solito affiancata da una, occasionalmente due piccole cuspidi su entrambi i lati. I denti dei maschi sono leggermente più grandi e più lunghi di quelli delle femmine.

Ci sono cinque paia di fessure branchiali, con il quarto e il quinto paio sulle basi delle pinne pettorali. La prima pinna dorsale è poco più grande della seconda e ha origine oltre il punto medio delle basi delle pinne pelviche. La seconda pinna dorsale è posizionata sopra l'ultimo terzo della pinna anale. Le pinne dorsali hanno apici arrotondati. Le corte e ampie pinne pettorali sono più o meno triangolare, con angoli arrotondati. Le pinne pelviche e la pinna anale sono lunghe con bordi angolari. I maschi adulti hanno lunghi pterigopodi che si assottigliano, ognuno con una fila seghettata di denticoli lungo la superficie interna e punte contorte. La base della pinna anale misura circa l'11% della lunghezza totale e supera o corrisponde alle distanze tra la pinna anale, le pinne pelviche e la pinna caudale.

La pinna caudale è stretta, con un piccolo ma distinto lobo inferiore e una tacca ventrale vicino alla punta del lobo superiore. Il corpo e le pinne sono densamente coperti da sottili, denticoli dermici sovrapposti. Ognuno ha una corona a forma di lacrima coperta da piccole buche, e ha una cresta centrale e tipicamente tre denti marginali. Vi è una cresta di denticoli allargati lungo la parte anteriore del margine dorsale della pinna caudale. Questa specie è di colore grigio chiaro sul dorso e più chiaro ventralmente; c'è una piccola sella scura sotto le basi delle pinne dorsali, e due selle in più sulla pinna caudale, la seconda delle quali forma quasi un anello completo. Alcuni squali hanno anche una debole macchia scura su ogni fianco. Il rivestimento interno della bocca è di colore grigio scuro.

Habitat

Demersale di natura, questo squalo vive a 290 - 470 m.

Distribuzione

Apparentemente raro, il gattuccio dalla coda a sega sottile è stato raccolto dal largo di Cape Cuvier e di Port Hedland nell’Australia Occidentale, al largo di Melville Island e al largo di Cape York, nel Queensland. Può anche essere presente nella parte orientale delle acque indonesiane. Non è noto se questi rapporti sparsi rappresentino popolazioni separate o una popolazione unica e continua.

Dimensioni

Cresce fino a 34 cm di lunghezza.

Riproduzione

Non si sa praticamente nulla della sua biologia. I maschi maturano sessualmente a una lunghezza di 33 cm.

Pericoli

Un numero imprecisato di gattucci dalla coda a sega sottile viene catturato accidentalmente dalle reti a strascico che operano al largo dell'Australia nord - occidentale. Non vi è una pesca diretta di questa specie in quanto non ha alcun valore commerciale. Data la mancanza di informazioni sulle minacce di conservazione, l’International Union for Conservation of Nature (IUCN) ha elencato questa specie come Dati insufficienti.

Note

Leonard Compagno e John Stevens hanno descritto il gattuccio dalla coda a sega sottile in un numero della rivista scientifica Records of the Australian Museum del 1993. Essi gli diedero il nome specifico gracilis, che significa “snello” in latino; precedentemente, la specie era stata provvisoriamente chiamata Galeus sp. A. Il tipo nomenclaturale è una femmina adulta di 34 cm di lunghezza, catturata nel gennaio 1988 a nord di Melville Island, in Australia.
All'interno del genere, il gattuccio dalla coda a sega sottile sembra essere strettamente imparentato con il gattuccio geco, con il gattuccio dalla coda a sega naso lungo e con il gattuccio dalla coda a sega pinna larga. Un’analisi filogenetica del 2008, basata sul DNA mitocondriale e nucleare, riferì che questa specie, il gattuccio geco e il gattuccio dalla coda a sega pinna nera formano un clade a parte dal boccanera e dal gattuccio murino.



Specie del genere Galeus

   
© 1999-2014 Antonio Nonnis