Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Gattuccio dalla coda a sega pinna larga

Galeus nipponensis

(Nakaya, 1975)

Ordine: Carcharhiniformi  Famiglia: Scyliorhinidae  Genere: Galeus

Descrizione

Il gattuccio dalla coda a sega pinna larga ha un corpo sottile e un capo che costituisce meno di un quinto della lunghezza totale. Il muso è piuttosto lungo, appiattito e appuntito, con grosse narici che hanno lembi di pelle triangolari sui loro bordi anteriori. Gli occhi di considerevoli dimensioni sono orizzontalmente ovali e dotati di rudimentali membrane nittitanti. Sotto ogni occhio vi è una sottile cresta, e dietro a un piccolo spiracolo. La capiente bocca forma un lungo e ampio arco; sono presenti solchi ben sviluppati agli angoli. I piccoli denti hanno ciascuno una stretta cuspide centrale affiancata da solitamente una, a volte più, cuspidi più piccole su entrambi i lati.

Le cinque paia di fessure branchiali sono brevi, con l’ultimo paio sopra le basi delle pinne pettorali. La prima pinna dorsale è più o meno triangolare, con i margini anteriore e posteriore leggermente convessi, e ha origine oltre il punto medio delle basi delle pinne pelviche. La seconda pinna dorsale è leggermente più piccola della prima e simile nella forma, e ha origine oltre l'ultima parte della base della pinna anale. Le pinne pettorali sono di medie dimensioni e larghe. Le pinne pelviche sono considerevoli e relativamente basse, con margini angolari.

Nei maschi adulti, i margini interni delle pinne pelviche sono parzialmente fusi fino a formare un “grembiule” sopra le basi degli pterigopodi, che sono molto lunghi e sottili, raggiungendo l'origine della piccola pinna anale. La base della pinna anale misura 8 - 10% della lunghezza totale, molto meno della distanza tra le pinne pelviche e la pinna anale o della distanza tra le due pinne dorsali. La pinna anale del maschio è più corto di quello della femmina, che può essere correlato alla funzione degli pterigopodi insolitamente lunghi. Il peduncolo caudale è quasi cilindrico, e porta ad una bassa pinna caudale con un piccolo lobo inferiore e una tacca ventrale vicino alla punta del lobo superiore.

I denticoli dermici sono piccoli e sovrapposti, ciascuno con una corona a forma di foglia recante una cresta mediana e tre denti marginali. Vi è una cresta seghettata di denticoli allargati lungo il bordo superiore della pinna caudale. Questa specie è grigio scuro sul dorso, con una serie di deboli selle più scure lungo il corpo e la coda. Il ventre, l'interno della bocca e i margini delle pinne pettorali e dorsali sono bianchi.

Habitat

Questa specie demersale vive tra i 150 e 540 m di profondità.

Distribuzione

Si trova nel Pacifico nord - occidentale dalla Sagami Bay al largo del sud - est di Honshu, in Giappone al Mar Cinese Orientale, incluse le isole Ryukyu e il Kyushu-Palau Ridge. Presumibilmente è comune nelle acque giapponesi.

Alimentazione

E’ un predatore opportunista noto per consumare una grande varietà di pesci ossei (tra cui la sardina sudamericana e pesci lanterna), cefalopodi (compresi seppie e calamari) e crostacei (tra cui isopodi, krill e decapodi ). I giovani squali mostrano una maggiore variazione nella dieta attraverso le stagioni rispetto agli squali immaturi e maturi, che, sistematicamente, si nutrono prevalentemente di pesce.

La dieta dei giovani squali della Suruga Bay è diversa da quella del co-occorrente gattuccio geco (Galeus eastmani), forse per ridurre la competizione interspecifica.

Dimensioni

Raggiunge una lunghezza massima di 68 cm.

Riproduzione

E’ oviparo; le femmine adulte hanno un solo ovaio funzionale, sulla destra, e due ovidotti funzionali. All’interno di ogni ovidotto può maturare un singolo uovo alla volta. L’uovo è a forma di vaso e misura circa 9 cm di lunghezza e 2 cm di diametro, con pareti marroni, spesse e opache recanti finissime scanalature longitudinali; la parte superiore è squadrata, mentre la parte inferiore è arrotondata.

Le femmine depongono le uova tutto l'anno, con un picco nel mese di dicembre e gennaio. I giovani squali si schiudono a circa 13 cm di lunghezza. I maschi maturano sessualmente a 51 - 62 cm di lunghezza, e le femmine a 55 - 61 cm di lunghezza.

Pericoli

L'International Union for Conservation of Nature (IUCN) non dispone di sufficienti dati specifici sul gattuccio dalla coda a sega pinna larga. Viene catturato accidentalmente dalle reti a strascico gestite dalla pesca commerciale operante al largo del Giappone e nel Mar Cinese Orientale.

Note

Il gattuccio dalla coda a sega pinna larga è stato per molto tempo raggruppato insieme con il molto simile ma più piccolo gattuccio geco (Galeus eastmani), sotto il cui nome autori come Toshiji Kamohara avevano descritto a partire dal 1950.

Questo squalo è stato formalmente descritto come una nuova specie in un volume del 1970 della rivista scientifica Memoirs of the Faculty of Fisheries, Hokkaido University di Kazuhiro Nakaya, che gli diede il nome specifico nipponensis da Nippon (Giappone).

Il tipo nomenclaturale è un maschio adulto di 60 cm di lunghezza pescato al largo di Mimase nella prefettura di Kochi, il 20 dicembre 1972. All'interno del genere, questa specie è strettamente imparentata morfologicamente al gattuccio dalla coda a sega naso lungo (Galeus longirostris).



Specie del genere Galeus

   
© 1999-2014 Antonio Nonnis