Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Gattuccio fallico

Galeus priapus

(Séret & Last, 2008)

Ordine: Carcharhiniformi  Famiglia: Scyliorhinidae  Genere: Galeus

Descrizione

È una specie dal corpo sottile, caratterizzato da una lunga pinna caudale recante una cresta di denticoli dermici allargati lungo il margine dorsale, e pterigopodi molto lunghi nei maschi adulti. Questo squalo è di colore grigio, con quattro selle scure lungo il dorso e la coda.

I piccoli occhi orizzontali sono posizionati piuttosto in alto sulla testa, e dotati di rudimentali membrane nittitanti. Sotto ogni occhio vi è una cresta prominente, e dietro un piccolo spiracolo. I bordi anteriori delle narici hanno lembi di pelle triangolari. La bocca è abbastanza grande e larga, ed è ampiamente arcuata, con lunghi solchi ben sviluppati che avvolgono ogni angolo della bocca.

Ci sono circa 60 file di denti in entrambe le mascelle; i denti hanno una stretta cuspide centrale affiancata da 1 - 2 paia di piccole cuspidi. Ci sono cinque paia di fessure branchiali. Le pinne dorsali variano di forma, con la prima leggermente più grande della seconda. La prima pinna dorsale ha origine sulla metà posteriore delle pinne pelviche, mentre la seconda ha origine oltre la metà della pinna anale. Le pinne pettorali sono abbastanza grandi e larghe, con le punte arrotondate.

Le pinne pelviche sono brevi e basse; i maschi adulti hanno spessi pterigopodi tipicamente lunghi misuranti circa 10 - 11% della lunghezza totale. La pinna anale è relativamente piccola, con la sua base che misura 8 - 10% della lunghezza totale. La pinna caudale è lunga, con un piccolo lobo inferiore e una profonda tacca ventrale vicino alla punta del lobo superiore. I denticoli dermici sono piccoli e sovrapposti, ciascuno con una cresta mediana e tre denti marginali sulla corona.

Un’elevata cresta seghettata di denticoli allargati è presente lungo la metà anteriore del bordo dorsale della pinna caudale. Questa specie ha una variabile tonalità di grigio sul dorso, con una sella scura che interseca la metà anteriore di ciascuna pinna dorsale, e due selle lungo la coda. I margini finali delle pinne pettorali sono nettamente neri, mentre i margini finali delle pinne dorsali ed anale sono biancastri. Il ventre è pallido e non segnato. Il rivestimento interno della bocca è nerastro sul palato e altrove bianco.

Habitat

E' una specie demersale, vive a profondità tra 620 e 830 metri nella Nuova Caledonia, mentre a Vanuatu ad una profondità di 262 - 352 metri.

Distribuzione

Si trova al largo della Nuova Caledonia, tra le Loyalty Islands e il Norfolk Ridge e al largo di Espiritu Santo Island a Vanuatu.

Dimensioni

Raggiunge una lunghezza di 46 cm.

Riproduzione

Poco si sa della biologia del Galeus priapus. I maschi raggiungono la maturità sessuale a circa 39 cm di lunghezza.

Pericoli

Lo stato di conservazione non è stato valutato dall'International Union for Conservation of Nature (IUCN).

Note

I primi esemplari di Galeus priapus sono stati raccolti nel 1990, durante una serie di crociere di ricerca nell’Indo-Pacifico avviate congiuntamente dall’Institut de recherche pour le développement (IRD) e il Muséum national d'Histoire naturelle (MNHN). Bernard Séret e Peter Last descrissero la nuova specie in un volume della rivista scientifica Zootaxa del 2008.

Gli fu dato il nome specifico priapus dal dio greco della fertilità Priapo, in riferimento agli pterigopodi tipicamente lunghi dei maschi. Il tipo nomenclaturale è un maschio adulto di 39 cm di lunghezza pescato al largo della Nuova Caledonia il 30 marzo 1994. All'interno del genere, questa specie assomiglia molto al gattuccio dalla coda a sega sottile (Galeus gracilis).



Specie del genere Galeus

   
© 1999-2014 Antonio Nonnis