Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Squalo nutrice

Ginglymostoma cirratum

(Bonnaterre, 1788)

Ordine: Orectolobiformi  Famiglia: Ginglymostomatidae  Genere: Ginglymostoma

Dentizione


Descrizione

Hanno due pinne dorsali arrotondate senza spine, con la prima molto più grande della seconda, e una pinna anale. L'origine della prima pinna dorsale è circa sopra l'origine della pinna pelvica. La pinna caudale è più di un quarto della lunghezza totale dello squalo.

La bocca sub-terminale è ben posizionata davanti agli occhi, gli spiracoli sono piccoli e sono presenti barbigli di media lunghezza. Possiede scanalature nasali ma non c'è solco perinasale.

Possiedono il tipo più semplice di dentizione tra gli squali. Questo significa che non vi è alcuna sovrapposizione tra i denti, e che gli spostamenti in avanti dei singoli denti non dipendono dagli altri denti. In squali con la dentatura sovrapposta invece, la sostituzione dei denti non può aver luogo fino a quando i denti esterni non sono persi. I tassi di sostituzione tra i giovani sono generalmente più veloci che negli adulti. La sostituzione si verifica più velocemente in estate, quando le temperature dell'acqua sono superiori.

Gli esemplari adulti variano generalmente dal giallastro marrone chiaro al marrone scuro. I giovani fino a 60 cm hanno piccole macchie nere, con una superficie di pigmentazione più chiara che circonda ogni macchia, distribuite su tutto il corpo. Presenza di fasce di pigmentazione chiare e scure lungo la superficie dorsale. I giovani (70-120 cm) hanno differenze di colorazione più limitate. Soon stati segnati più volte individui pigmentati di giallo brillante o bianco latte.

Gli squali nutrice sono animali solitari notturni, ma durante il giorno si possono aggregare in grandi gruppi inattivi fino a più di 40 individui. Sono capaci di respirare mentre riposano pompando acqua attraverso la bocca ed espellendola attraverso le branchie.


Habitat

Lo squalo nutrice è un comune squalo bentonico che vive nelle acque tropicali e subtropicali. Si trova frequentemente a 1 m di profondità o meno ma può trovarsi oltre i 75 m. I suoi habitat comuni sono le scogliere, i canali tra le isole di mangrovie e i fondali sabbiosi.

Nascosti in grotte tra i coralli, gli squali nutrice sembrano preferire luoghi specifici per poi ritornarci ogni giorno. Di notte, sono molto solitari; spendono la maggior parte del loro tempo sui sedimenti del fondale in cerca di cibo.

Distribuzione

Nell’Atlantico occidentale si trova Rhode Island fino al Brasile meridionale; nell’Atlantico orientale dal Camerun al Gabon; nel Pacifico orientale dalla parte meridionale della Baja California al Perù e intorno alle isole caraibiche.

Alimentazione

La loro dieta consiste principalmente di crostacei, molluschi, tunicati e altri pesci, in particolare di trigoni. Si pensa che gli squali nutrice sfruttino i pesci dormienti che altrimenti sarebbero troppo veloci per essere catturati. Sebbene la loro piccola bocca limiti la dimensione delle prede, questi squali hanno gole ampie e possono aspirare le prede.

Dimensioni

Gli squali nutrice possono raggiungere una lunghezza di 4 m e 30 cm e un peso di 150 kg.

Riproduzione

La stagione di accoppiamento va da quasi alla fine di giugno alla fine di luglio. Gli squali nutrice sono ovovivipari, cioè le uova si sviluppano e si schiudo all’interno del corpo della femmina. Il periodo di gestazione è di 6 mesi, con un parto di 21-28 piccoli.

Il ciclo di accoppiamento è biennale, e richiede 18 mesi prima che le ovaie delle femmine producano altre uova, durante questo periodo può avvenire il comportamento cannibalistico. I giovani squali nutrice pienamente sviluppati misurano 30 cm. Hanno una colorazione a macchie che svanisce con l’età.

Pericoli

Non ci sono specie che predano regolarmente gli squali nutrice. Tuttavia alcuni squali più grandi sono noti per mangiarli di tanto in tanto. Resti di squali nutrice sono stati trovati negli stomaci di squali limone e di squali tigre, e sono stati osservati attacchi contro squali nutrice di grandi squali toro e squali martello.

Lo squalo nutrice non viene molto pescato commercialmente, ma per il suo comportamento è un facile obiettivo per i pescatori locali. La sua pelle è eccezionalmente ruvida e venduta come cuoio; la sua carne viene consumata fresca o salata e il suo fegato viene utilizzato per l’olio. Non viene catturato come trofeo di pesca.

È stato coinvolto in alcuni attacchi non provocati agli esseri umani ma generalmente non è pericoloso. Un attacco recente è avvenuto al largo della costa di San Pedro, in un luogo chiamato “Esmeralda”. Sebbene il residente del North Carolina sia sopravissuto con piccole ferite alla mano, non nuota più con queste creature.

I giovani squali nutrice talvolta vengono venduti in acquari d’acqua salata. Comunque, superano i 2-3 m sono troppo grandi per essere mantenuti in acquari privati. In un articolo per l’Aquarium Fish Magazine, Scott W. Michael critica l’etica degli acquaristi che cercano di commercializzare la specie per i loro interessi economici. Egli fa notare anche che la maggior parte degli acquari pubblici non sono interessati agli esemplari cresciuti in acquari privati e che dovrebbero rilasciarli in mare.

Note

Il nome della famiglia, Ginglymostomatidae, deriva dal greco: da gynglimos che significa “hinge” e stoma che significa “bocca”. Anche cirratum deriva dal greco e significa “nuoto”.


Notizie su Ginglymostoma cirratum

Immagini

Vai alla galleria immagini

Oppure clicca su ciascuna immagine per ingrandirla


Specie del genere Ginglymostoma

   
© 1999-2014 Antonio Nonnis