Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Squalo del Gange

Glyphis gangeticus

(Müller & Henle, 1839)

Ordine: Carcharhiniformi  Famiglia: Carcharhinidae  Genere: Glyphis

Dentizione


Descrizione

Lo squalo del Gange è una rara specie di squalo requiem che vive nel fiume Gange in India. Non deve essere confuso con lo squalo Zambesi, che anch’esso abita il fiume Gange e talvolta viene erroneamente indicato come lo squalo del Gange. Nel suo aspetto esteriore, lo squalo del Gange è un tipico squalo requiem. È robusto, con un muso ampiamente arrotondato e occhi piccoli.

La prima pinna dorsale è sull'ultimo terzo delle pinne pettorali, con una punta posteriore ben davanti alle pinne pelviche. La seconda pinna dorsale è molto più piccolo rispetto alla prima, ma è relativamente grande. La pinna anale è leggermente più piccola della seconda pinna dorsale. Le pinne pettorali sono ampie e falcate. È presente una fossetta precaudale superiore longitudinale, ma la cresta interdorsale è assente. Lo squalo tende ad avere una colorazione grigio uniforme o brunastra.

Habitat

Generalmente predilige il corso medio-inferiore dei fiumi. Lo squalo, anche se scarsamente documentato, è noto per abitare solo acque dolci, zone costiere e gli estuari. Le sue abitudini alimentari sono sconosciute.

Distribuzione

Come suggerisce il nome, è in gran parte limitato ai fiumi dell'India orientale e nord - orientale, in particolare il fiume Hughli del Bengala occidentale, nel Gange, nel Brahmaputra e nel Mahanadi a Bihar.

Dimensioni

La sua dimensione massima è di 2 m.

Riproduzione

Probabilmente è viviparo, alla nascita misura 55 – 60 cm.

Pericoli

Lo squalo del Gange è in grave pericolo di estinzione. Secondo l'International Union for Conservation of Nature and Natural Resources, è una delle 20 specie di squalo più minacciate del mondo. La sovrapesca, molto diffusa e tuttora in aumento, ha diminuito notevolmente il numero di questi squali. L'olio da essi ricavato, insieme a quello ottenuto dal platanista, è molto richiesto.

Potrebbe costituire una minaccia per l'uomo, ma questo non è mai stato provato con certezza. Sebbene alcuni lo considerino «estremamente pericoloso», è praticamente impossibile distinguere i suoi attacchi da quelli provocati dallo squalo Zambesi. Molto probabilmente questo squalo è un animale specializzato che basa la sua alimentazione sui piccoli pesci. Tra le specie di squali pericolosi che vivono nel Gange, lo squalo Zambesi rappresenta una minaccia molto più concreta di questa specie estremamente minacciata ed elusiva.

Note

I bengalesi lo chiamano baagh maach, che significa pesce tigre.


Immagini

Vai alla galleria immagini

Oppure clicca su ciascuna immagine per ingrandirla


Specie del genere Glyphis

   
© 1999-2014 Antonio Nonnis