Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Squalo cornuto del Pacifico

Heterodontus francisci

(Girard, 1855)

Ordine: Heterodontiformi  Famiglia: Heterodontidae  Genere: Heterodontus

Dentizione


Descrizione

Lo squalo cornuto del Pacifico è una specie di squalo appartenente alla famiglia Heterodontidae. Come altri squali testa di toro, lo squalo cornuto ha una testa corta e ampia con un muso smussato e prominenti creste sopraorbitali sugli occhi. Le creste sopraorbitali dello squalo cornuto sono basse e bruscamente interrotte; lo spazio tra di loro sulla sommità della testa è profondamente concavo. Ogni occhio è privo di una membrana nittitante ed è seguito da un piccolo spiracolo. Le narici sono suddivise in aperture di afflusso e di deflusso da un lungo lembo che raggiunge la bocca.

Le aperture di afflusso sono circondate da una scanalatura, mentre un’altra scanalatura collega le aperture di afflusso alla bocca. La bocca è piccola e curva, con prominenti solchi agli angoli. Ci sono 19–26 file di denti nella mascella superiore e 18–29 file di denti nella mascella inferiore. I denti nella parte anteriore delle mascelle sono piccoli e appuntiti, con una cuspide centrale fiancheggiata da una coppia di cuspidi laterali; quelle ai lati delle mascelle sono molto più grandi, allungati longitudinalmente e simile a molari. Il corpo è cilindrico, con due pinne dorsali alte e un po’ falcate (a forma di falce) recanti robuste spine sul davanti.

Le spine degli squali cornuti che vivono sulla barriera corallina sono più corte di quelle degli squali che vivono in habitat d'alghe, poiché le loro spine si logorano sulle rocce dai movimenti degli squali. La prima pinna dorsale ha origine sopra le basi delle grandi pinne pettorali, mentre la seconda pinna dorsale ha origine leggermente dietro alle punte posteriori delle pinne pelviche. La pinna caudale ha un breve lobo inferiore e un lungo e ampio lobo superiore, con una forte tacca vicino alla punta. I denticoli dermici dello squalo cornuto sono piccoli e lisci.

La colorazione dorsale è costituita da varie tonalità di grigio o marrone con molte piccole macchie scure, anche se queste possono essere assenti negli squali più anziani; il ventre è giallastro. Ci sono piccole macchie scure sotto l'occhio.

Lo squalo cornuto è un nuotatore goffo e sporadico che preferisce utilizzare le flessibili e muscolose pinne pettorali per spingersi sul fondo. Solitamente è solitario, anche se sono state registrati piccoli gruppi. Durante il giorno, gli squali cornuti restano immobili, nascosti all'interno di grotte o anfratti, o all'interno di spessi tappeti di alghe, anche se rimangono relativamente vigili e nuotano rapidamente via se disturbati.

Dopo il tramonto, vagano attivamente sopra la barriera corallina in cerca di cibo. Gli squali cornuti mantengono piccole areali di circa 1000 m2, ai quali possono rimanere fedeli per oltre un decennio, tornando nello stesso riparo ogni giorno. Il rifugio è solitamente situato ai margini dell'area di foraggiamento dello squalo residente. Il più lungo spostamento documentato per un singolo squalo cornuto è di 16 km.

A differenza della maggior parte dei pesci, il modello di attività quotidiane dello squalo cornuto è sotto controllo esogeno, il che significa che è regolato dai fattori ambientali, piuttosto che da un ciclo fisiologico interno. Le osservazioni degli squali cornuti in cattività mostrano che il segnale rilevante è l’intensità luminosa: gli squali diventano attivi immediatamente dopo che le luci si spengono e si fermano non appena si riaccendono.

In un esperimento dove gli squali sono stati tenuti nel buio, rimasero continuamente attivi per 11 giorni prima di rallentare, forse dall’affaticamento. In natura, gli squali cornuti esposti a una luce brillante di notte smettono di nuotare e scendono verso il fondo.

Gli squali cornuti cacciano usando soprattutto il loro senso dell'olfatto. Sebbene l’elettroricezione svolga certamente un ruolo a localizzare le prede, questa specie ha solo 148 ampolle di Lorenzini, molte di meno rispetto a tanti altri, che ne possono avere oltre 2.000. Come altri squali, i denti dello squalo cornuto vengono regolarmente sostituiti; impiega 4 settimane a sostituire il dente caduto.

Habitat

Per la maggior parte dell'anno, sono più comuni a una profondità tra i 2 e gli 11 m. All'inizio dell'inverno, migrano oltre i 30 m. Questa specie è stata trovata in grotte a 200 m di profondità.

I giovani squali cornuti lunghi tra i 35 e i 48 cm preferiscono rifugi sabbiosi, tra i 40 e i 150 m di profondità, spesso approfittando di grosse buche scavate dalle razze pipistrello (Myliobatis californica) per nutrirsi e ripararsi.

Quando maturano, gli squali cornuti si spostano in acque meno profonde e il loro habitat preferito diventa strutturalmente complesso come scogliere rocciose o letti di alghe. Questa specie bentonica si avventura raramente oltre i 2 m sopra il substrato.

L'abbondanza relativa dello squalo cornuto e dello squalo elegante (Cephaloscyllium sp.) con il quale condivide lo stesso habitat, è correlata negativamente, poiché gli squali cornuti preferiscono acque oltre i 20 ° C, mentre gli squali eleganti sono più tolleranti al freddo. A Santa Catalina Island, una tendenza di riscaldamento di 20 anni ha portato a un aumento della popolazione di squalo cornuto e a una diminuzione della popolazione di squalo elegante. Gli squali cornuti sono meno comuni degli squali eleganti nelle Channel Islands settentrionali, dove l'acqua è più fresca.

Distribuzione

Si trova nella piattaforma continentale dell'Oceano Pacifico orientale, al largo delle coste della California e della Baja California dalla Monterey Bay verso sud e nel Golfo di California. I rari afflussi di acqua calda a settentrione possono portarlo oltre la San Francisco Bay. Ci sono rapporti non confermati di questa specie al largo dell’Ecuador e del Perù, che possono essere errori di identificazione con altre specie.

Alimentazione

Predatori generalmente solitari e lenti, gli squali cornuti del Pacifico cacciano di notte all'interno di piccoli areali e si ritirano in un rifugio favorito durante il giorno. I loro cicli di attività quotidiane sono controllati dai livelli di luce ambientali.

I grandi squali cornuti che si nutrono soprattutto di ricci di mare (in particolare del riccio di mare viola, Strongylocentrotus purpuratus) hanno i denti e le spine delle pinne macchiati di viola. Altre prede degli adulti includono sipunculidi, stelle marine, pesci ossei e cefalopodi.

I giovani si nutrono principalmente di vermi policheti, anemoni di mare e piccole vongole e sono conosciuti per “balzare” sulle anemoni per mordere i tentacoli, prima che esse possono ritrarsi.

Al largo della California meridionale, gli squali cornuti sono noti per approfittare delle opportunità stagionali. In estate, pesci diurni attivi, in particolare il fabbro (Chromis punctipinnis), sono particolarmente abbondanti e vengono facilmente catturati durante la notte, quando essi si trovano dormienti.
In inverno, gli squali si nutrono dei calamari della California (Loligo opalescens), i quali ne muoiono decine di migliaia dopo la riproduzione.

Circa il 95% della dieta dello squalo cornuto adulto consiste in duri molluschi (ad esempio bivalvi e gasteropodi), echinodermi (ad esempio ricci di mare) e crostacei (ad esempio granchi, gamberi e isopodi). Per rompere il loro guscio, lo squalo cornuto genera la più alta forza del morso conosciuta rispetto alla sua dimensione di qualsiasi altro squalo, superiore a quella di altre specie misurate come lo spinarolo (Squalus acanthias) e lo squalo orlato o squalo pinna nera minore (Carcharhinus limbatus).

Uno studio ha rivelato che la forza media del morso di questa specie in natura è di 95 Newton con un massimo di 135 Newton, mentre in condizioni sperimentali gli squali potrebbero essere indotti a mordere con oltre i 200 Newton di forza.

Cattura la preda tramite aspirazione, creata dalla sua estesa cavità boccale. Le sue cartilagini labiali sono modificate in modo che la bocca può formare un tubo, facilitando la forza di aspirazione. Una volta che la preda viene aspirata in bocca, viene assicurata con i taglienti denti frontali e poi tritata in pezzi dai piatti denti laterali.

Per estrarre prede sepolte o attaccate, lo squalo cornuto le afferra e adotta una postura verticale con la testa e le pinne pettorali contro il substrato e arcuando la coda. Lo squalo poi agisce come una leva con le pinne pettorali come fulcro: con un colpo della coda verso il basso, spinge la testa verso l'alto e stacca via la preda; questa modalità di alimentazione non è stata osservata in nessun altro squalo.

E' anche capace di protrarre la mascella superiore fino al 15% della lunghezza della sua testa; questo movimento richiede solo 20 millisecondi e permette allo squalo di utilizzare la sua mascella come uno scalpello per rimuovere la preda saldamente attaccata.

Dimensioni

Questa specie può raggiungere una lunghezza di 1 m e 20 cm, anche se la maggior parte degli individui non supera il metro.

Riproduzione

La riproduzione è ovipara, con le femmine che depongono fino a 24 uova da febbraio ad aprile. Dopo la deposizione, la femmina prende le uova a forma di trivella e le infila in fessure per proteggerle dai predatori.

L'accoppiamento nello squalo cornuto avviene in dicembre o gennaio, in un ciclo riproduttivo forse annuo. Il maschio insegue la femmina per mostrare interesse; una volta che lei è pronta entrambi gli squali si depositano sul fondo, dove il maschio afferra le pinne pettorali della femmina con i suoi denti e inserisce uno dei suoi pterigopodi nella sua cloaca.

Dopo 40 minuti di copula, la coppia si disimpegna e la femmina gira con il suo muso nella sabbia per altri 30 minuti. Da febbraio ad aprile, le femmine depongono un massimo di 24 uova due alla volta, una volta ogni 11-14 giorni, in acque tra i 2 e i 13 m di profondità. Il guscio dell’uovo ha intorno due bordi a spirale e quindi la femmina può impiegarci diverse ore a depositare. Dapprima il guscio è morbido e marrone chiaro e dopo un paio di giorni si indurisce e si scurisce. Esclusi i bordi, il guscio misura 10-12 cm di lunghezza e 3-4 cm di larghezza; gli squali delle Channel Islands producono più uova di quelli della California, indicando che sono popolazioni distinte.

Uno dei pochi squali a manifestare cure parentali, le femmine di squalo cornuto in natura raccolgono le uova in bocca e le incastrano in fessure. Tuttavia, in cattività le uova vengono semplicemente lasciate cadere sul fondo e possono successivamente essere cannibalizzate. Le uova si schiudono in 6-10 mesi; alla nascita i giovani misurano 15-17 cm. Appena schiusi gli squali sono nutriti da un sacco vitellino interno e non devono nutrirsi fino a quando essi non raggiungono un mese, anche se sono in grado di nutrirsi e accettare il cibo durante questo periodo.

Gli squali cornuti crescono lentamente e ad un tasso molto variabile che non corrisponde alle loro dimensioni, per cui è molto difficile determinare il loro processo di invecchiamento. I maschi maturano a una lunghezza di 56–61 cm e le femmine a una lunghezza di almeno 58 cm. Alcuni individui hanno vissuto per oltre 12 anni di età in cattività, ed esiste un rapporto non confermato di uno squalo che abbia raggiunto i 25 anni di età.

Pericoli

In circostanze normali, gli squali cornuti sono innocui per l'uomo e possono facilmente essere avvicinati sott'acqua. Tuttavia, se provocati possono mordere, e alcuni vigorosi individui sono conosciuti per inseguire e mordere i subacquei dopo essere stati molestati. Questi squali devono essere maneggiati con cura, poiché le loro spine possono infliggere dolorose ferite.

Lo squalo cornuto non ha alcun valore commerciale in California, dove esso viene catturato involontariamente nelle reti a strascico e dai pescatori sportivi. La resistenza dello squalo assicura che esso può spesso essere rilasciato in acqua vivo.

Al largo del Messico, questa specie viene pescata accidentalmente nelle reti a strascico per gamberetti e nei tramagli demersali e utilizzato per il consumo umano e la farina di pesce. L'espansione della pesca messicana può costituire una preoccupazione di conservazione in futuro. Attualmente, l'International Union for Conservation of Nature (IUCN) non ha sufficienti informazioni per valutare lo stato generale di conservazione di questa specie; il suo stato nelle acque degli Stati Uniti è probabilmente a Basso rischio.

Questa specie beneficia di generali restrizioni disposte sugli attrezzi da pesca costieri dallo stato della California. La media annuale di catture al largo della California è di 1.800 kg , anche se storicamente è variato dai 2,5 kg nel 1976 ai 9.500 kg nel 1979.

Lo squalo cornuto viene predato da pesci più grandi e dall'elefante marino settentrionale (Mirounga angustirostris), che si nutre di esemplari adulti, giovani e delle uova. Inoltre, vengono catturati e mangiati dalle aquile di mare dalla testa bianca (Haliaeetus leucocephalus) a Catalina Island, e grandi lumache marine sono in grado di perforare i gusci delle loro uova per estrarre il tuorlo. La dura pelle e le spine di questa specie gli conferiscono qualche protezione; è stato filmato uno squalo angelo del Pacifico (Squatina californica) inghiottire un giovane squalo cornuto, per poi sputarlo a causa delle sue spine.

Noti parassiti di questa specie includono le tenie Acanthobothrium bajaensis e Acanthobothrium puertecitense, il copepode Trebius heterodonti e il nematode Echinocephalus pseudouncinatus, che trascorre il suo stadio larvale all'interno di potenziali prede come le capesante e ricci di mare.

Note

Chiamato anche squalo cornuto o squalo testa di toro del Pacifico. Il biologo francese Charles Frédéric Girard pubblicò la prima descrizione scientifica dello squalo cornuto del Pacifico con il nome di Cestracion francisci nel 1855, nei Proceedings of the Academy of Natural Sciences of Philadelphia.

Questa specie è stata poi collocata nel genere Gyropleurodus, evidentemente sinonimizzato con il genere Heterodontus. Il nome specifico francisci è un riferimento a San Francisco, anche se l’areale dello squalo cornuto del Pacifico non si estende molto a nord. Il tipo nomenclaturale della Monterey Bay è andato perduto. Il nome scientifico di questa specie è stato dato erroneamente come Heterodontus californicus.

Lo squalo cornuto si adatta bene alla cattività ed è stato mantenuto e allevato in molti acquari pubblici negli Stati Uniti.


Immagini

Vai alla galleria immagini

Oppure clicca su ciascuna immagine per ingrandirla


Specie del genere Heterodontus

   
© 1999-2014 Antonio Nonnis