Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Squalo limone

Negaprion brevirostris

(Poey, 1868)

Ordine: Carcharhiniformi  Famiglia: Carcharhinidae  Genere: Negaprion

Dentizione


Descrizione

Lo squalo limone è uno squalo della famiglia Carcharhinidae. Robusto e potente, è chiamato così per la sua pallida pelle gialla - marrone o grigia, priva di qualsiasi segno distintivo. Ciò fornisce un perfetto mimetismo quando nuota sul fondale sabbioso nel suo habitat costiero.

Ha una testa appiattita con un muso corto e largo, e la seconda pinna dorsale è grande quasi quanto la prima.

Ha una vista molto scarsa e non può vedere bene quando caccia, ma è dotato di elettro recettori estremamente sensibili e millimetrici nel naso, le ampolle di Lorenzini.

Habitat

Sono abitanti bentonici per lo più di acque tropicali, rimanendo a profondità moderate, e spesso sono accompagnati da remore.

I giovani devono badare a se stessi fin dalla nascita, e rimangono in acque poco profonde vicino alle mangrovie fino a quando non crescono. Quando aumentano di dimensioni, si avventurano lontano dai loro luoghi di nascita.

Alla maturità, ad una dimensione di 1 m e 50 cm – 2 e un'età di 12 - 15 anni, lasciano le acque basse e si spostano in acque più profonde al largo. Tuttavia, poco si sa di questa fase della vita.

Distribuzione

Si trova soprattutto lungo le coste tropicali e subtropicali dell'Atlantico e del Pacifico del Nord e del Sud America, e intorno alle isole del Pacifico.

Dimensioni

La lunghezza e il peso massimi registrati sono di 3 m e 40 cm e di 183 kg, ma di solito misurano 2 m e 40 cm – 3 m.

Riproduzione

Gli squali limone sono vivipari, con le femmine che danno alla luce tra i 4 e i 17 piccoli ogni due anni in lagune calde e poco profonde.

Un recente lavoro nel campo della genetica fatto da Kevin Feldheim e Samuel Gruber può suggerire che gli squali adulti viaggino centinaia di chilometri per accoppiarsi. Un'altra possibilità è che le popolazioni distanti potrebbero essere state separati in tempi recenti. Ulteriori ricerche sono necessarie per una comprensione del comportamento, della riproduzione e dell’ecologia dello squalo limone.

Pericoli

Gli squali limone sono popolari per lo studio da parte degli scienziati, poiché sopravvivono anche in cattività, a differenza di molte altre specie. E’ il più conosciuto di tutti gli squali, in termini di comportamento e di ecologia, soprattutto a causa del lavoro di Samuel Gruber presso l'Università di Miami, che studia lo squalo limone sia in natura sia in laboratorio dal 1967.

La popolazione intorno alle isole Bimini nelle Bahamas occidentali, dove si trova la Bimini Biological Field Station di Gruber, è probabilmente la più conosciuta di tutte le popolazioni di squali. A partire dal 2007, la popolazione sta vivendo un grave declino e può scomparire del tutto a causa della distruzione delle mangrovie per la costruzione di un campo da golf.

Dei 22 attacchi noti a esseri umani di squali limone dal 1580, nessuno è risultato fatale.

Note

È noto come squalo limone perché la luce che interagisce a determinate profondità con le acque marine locali possono dare a questo squalo un aspetto butterato, abbronzato e giallo, molto simile alla superficie di un limone.


Notizie su Negaprion brevirostris

Immagini

Vai alla galleria immagini

Oppure clicca su ciascuna immagine per ingrandirla


Specie del genere Negaprion

   
© 1999-2016 Antonio Nonnis