Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Falso gattuccio

Pseudotriakis microdon

(de Brito Capello, 1868)

Ordine: Carcharhiniformi  Famiglia: Pseudotriakidae  Genere: Pseudotriakis

Dentizione


Descrizione

Il falso gattuccio è uno dei membri della famiglia Pseudotriakidae ed è l'unico membro del genere Pseudotriakis. E’ un grosso squalo dal corpo robusto e soffice. Ha lunghi occhi stretti simili a quelli dei gatti con rudimentali membrane nittitanti, lunghi spiracoli a forma di lacrima e lembi nasali anteriori ampiamente angolari. La bocca è enorme e ampia, si estende fin dietro gli occhi e contenente 200 o più file di piccoli denti cuspidati.

La prima pinna dorsale è molto lunga, bassa e simile a una chiglia, mentre la seconda pinna dorsale è triangolare. L’origine della prima pinna dorsale è sopra le punte posteriori delle pinne pettorali e la base è sopra l’origine delle pinne pelviche. Il lobo inferiore della pinna caudale è poco sviluppato. La colorazione è marrone scuro, con bordi posteriori più scuri sulle pinne dorsali, pelviche, anale e caudale.

Il grande corpo, l’enorme fegato ricco di olio e la soffice muscolatura, le pinne e la pelle del falso gattuccio indicano che ha uno stile di vita sfuggente, capace di librarsi sul fondo con una galleggiabilità quasi neutra.

Habitat

Vivono in prossimità del fondo, tra i 173 e i 1.890 m di profondità.

Distribuzione

Questi squali si trovano in molte zone della Terra al di sopra della scarpata continentale degli oceani e dei mari. E' conosciuto in varie località, tra cui New York, New Jersey, Cuba, Brasile, Islanda, Francia, Portogallo, Madeira, le Azzorre, Senegal, Capo Verde, le isole Aldabra, Giappone, Taiwan, Australia, la Nuova Zelanda e le Hawaii.

Alimentazione

Squalo grande ma lento, si nutre di un’ampia varietà di pesci e cefalopodi, tra cui maccarelli e pesci lanterna, e la sua grande bocca gli permette di ingoiare oggetti di grandi dimensioni. Il contenuto degli stomaci di alcuni esemplari del Pacifico contenevano anche pesci pelagici. In particolare, lo stomaco di un esemplare delle Canarie conteneva per lo più rifiuti, tra cui patate, una pera, una borsa di plastica e una lattina.

Dimensioni

Cresce fino a 3 m di lunghezza.

Riproduzione

È uno dei pochi squali non Lamniformi a praticare l’ovofagia intrauterina, in cui gli embrioni in via di sviluppo si nutrono delle uova ovulate dalla madre. La riproduzione è ovovivipara, con le femmine che partoriscono 2 – 4 piccoli misuranti 1 m e 20 cm – 1 m e 50 cm. Il periodo di gestazione è sconosciuto, ma si presume sia di un anno e forse di 2 – 3 anni.

L'ovofagia intrauterina è una forma modificata in cui ingeriscono frammenti di tuorlo, che vengono trasferiti in un sacco vitellino esterno e usati negli ultimi stadi della gestazione. Le femmine producono un enorme numero di uova, circa 20.000 per ovaio per un esemplare di 2 m e 70 cm. I maschi maturano a 2 m e 40 cm e le femmine a 2 m e 80 cm.

Pericoli

Questo squalo è di scarsa importanza per la pesca, viene raramente catturato in palangari e ancor più raramente nelle reti a strascico. Le pinne, la carne e la cartilagine vengono utilizzate ma sono di scarso valore. La World Conservation Union ha valutato questa specie come Dati insufficienti, facendo notare che poiché il suo tasso riproduttivo è basso, la sua popolazione potrebbe essere vulnerabile con la continua espansione della pesca.

Note

Le popolazioni del Pacifico erano precedentemente come una specie separata, Pseudotriakis acrales; Leonard Compagno sinonimizzò le due specie nel 1984 basandosi su una mancanza di alcune caratteristiche. Il parente vivente più stretto del falso gattuccio è lo squalo segugio liscio (Gollum attenuatus), e alcuni autori collocano questa specie nella famiglia Pseudotriakidae.


Notizie su Pseudotriakis microdon

Immagini

Vai alla galleria immagini

Oppure clicca su ciascuna immagine per ingrandirla


Specie del genere Pseudotriakis

   
© 1999-2014 Antonio Nonnis