Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Gattuccio dalle macchie rosse

Schroederichthys chilensis

(Guichenot, 1848)

Ordine: Carcharhiniformi  Famiglia: Scyliorhinidae  Genere: Schroederichthys

Descrizione

Il gattuccio dalle macchie rosse, conosciuto anche come gattuccio cileno, ha il allungato e slanciato, tipico dei gattucci. Il dorso è un marrone scuro rossastro con selle scure sui fianchi. Il ventre è di un bianco cremoso con punti rossastri. Il gattuccio dalle macchie rosse ha due pinne dorsali, con la prima dorsale sopra la regione pelvica. Le sue pinne dorsali non hanno spine, e le code non sono curvate verso l'alto. Ha denti multicuspidati, tuttavia i maschi di solito hanno denti più lunghi con un minor numero di cuspidi. I gattucci dalle macchie rosse sono creature notturne solitarie.

Rimangono in grotte e anfratti durante il giorno e di notte emergono per nutrirsi. La specifica comunicazione del gattuccio dalle macchie rosse è sconosciuta. Tuttavia, come con la maggior parte di altri squali, inclusi gli altri membri della famiglia Scyliorhinidae, si ritiene che essi hanno un ben senso dell'olfatto sviluppato, e che sono elettroricettivi, il che permette loro di rilevare energia elettrica emessa da altri animali, e anche di rilevare i campi magnetici, che li aiuta nella navigazione.

Habitat

Vive tipicamente nelle zone rocciose sublitorali, in acque fino a 100 m di profondità. Trascorre la primavera, l’estate e l’autunno in zone rocciose, ma l'inverno in acque più profonde al largo a causa delle forti correnti. Sono migratori, ma vivono la maggior parte dell'anno vicino al bordo della piattaforma continentale.

Distribuzione

Si trova comunemente nelle acque costiere del Pacifico sud – orientale, dal Perù centrale al Cile meridionale.

Alimentazione

Si nutre di organismi che abitano sul fondo roccioso nei pressi della piattaforma continentale. Le sue fonti alimentari primarie sono varie specie di granchi e gamberi. Essi sono conosciuti per nutrirsi di pesci, alghe e policheti vari. E’ un predatore importante all'interno del suo ecosistema. Ha una grande influenza sugli organismi bentonici commercialmente pescati che vivono nelle aree rocciose vicino alla costa.

Dimensioni

Varia in lunghezza da 30 a 66 cm, anche se queste dimensioni sono di squali catturati, e si ritiene che possano essere più grandi.

Riproduzione

E’ oviparo. La riproduzione avviene in un ciclo annuale. Tuttavia, si accoppiano stagionalmente, in genere in primavera e in inverno, anche se è stato dimostrato che le femmine depositino uova in estate. Sono poliginandri (cioè più femmine per un maschio o per più maschi) e mentre il maschio feconda le uova della femmina esso mostra di solito quello che viene chiamato un “rituale di corteggiamento” che consiste nel fatto che il maschio morde la femmina.

I gattucci dalle macchie rosse nascono da uova incapsulate che vengono fecondate e rilasciate in acqua. Ci sono generalmente due uova in ogni capsula, chiamate anche “borsellini delle sirene”. Gli embrioni si nutrono del tuorlo delle uova fino alla schiusa. Una volta che queste uova si schiudono gli squali sembrano essere versioni in miniatura degli adulti, tuttavia, gli squali crescono rapidamente.

Si ritiene che i piccoli nuotino in acque più profonde al fine di evitare i pedatori nella zona sublitorale nella quale tornano quando sono adulti. Pertanto, vi è una segregazione tra popolazione adulta e quella giovanile.

Pericoli

Ospitano tripanosomi, parassiti che passano nella circolazione sanguigna degli squali attraverso le sanguisughe. Non ci sono noti predatori del gattuccio dalle macchie rosse, anche se i giovani trascorrono i loro primi anni di vita nelle acque profonde al largo forse proprio per evitarli.

Il gattuccio dalle macchie rosse non è valutato In via di estinzione nella Lista Rossa dell’IUCN, nell'elenco federale degli Stati Uniti o nella lista CITES. Non è noto per essere una specie vulnerabile o minacciata. Ha un impatto economico negativo sugli esseri umani. Infatti si nutrono di crostacei bentonici e questo è un danno per un pescatore commerciale poiché i crostacei in questo settore hanno una grande importanza economica.

I gattucci sono anche una frequente cattura accidentale da parte dei pescherecci, e, pur non essendo economicamente significativi, possono causare danni alle reti e perdite di tempo per ripulire le trappole.


Immagini

Vai alla galleria immagini

Oppure clicca su ciascuna immagine per ingrandirla


Specie del genere Schroederichthys

   
© 1999-2014 Antonio Nonnis