Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Gattuccio

Scyliorhinus canicula

(Linnaeus, 1758)

Ordine: Carcharhiniformi  Famiglia: Scyliorhinidae  Genere: Scyliorhinus

Dentizione


Descrizione

Il gattuccio minore o semplicemente gattuccio è un membro della famiglia Scyliorhinidae. Sono piccoli squali di acque profonde con un corpo snello e una testa smussata. Le due pinne dorsali sono situate verso la parte finale del corpo. La consistenza della loro pelle è ruvida, simile alla ruvidezza della carta vetrata.

Le narici si trovano nella parte inferiore del muso e sono collegate alla bocca da una curva scanalatura. Il ventre è di colore bianco - grigiastro chiaro e la parte superiore è bruno - grigiastro con puntini più scuri. Il colore dorsale è sabbia e ben abbronzato, con numerose puntini e di colore marrone scuro o quasi nero.

I denti dei maschi sono più grandi che nelle femmine. Nei maschi delle acque dell’Africa occidentale, le mascelle sono più forti, più grandi e più calcinate. Le ragioni dei cambiamenti delle dimensioni della bocca durante la maturità si possono spiegare dalle loro abitudini alimentari e dagli adattamenti del comportamento riproduttivo.

Habitat

Vive prevalentemente su fondali sabbiosi o fangosi da pochi metri fino a 400 m di profondità.

Distribuzione

Si trova sulle piattaforme continentali al largo della Norvegia e delle Isole Britanniche fino al Senegal, compreso il Mediterraneo. E’ uno degli elasmobranchi più abbondanti dell'Atlantico nord - orientale e del Mediterraneo. Le popolazioni sono stabili nella maggior parte delle aree.

Alimentazione

Il gattuccio è considerato una specie opportunista, che si nutre di una vasta gamma di prede, come ad esempio molluschi, echinodermi, policheti, crostacei, sipunculidi e tunicati. Tuttavia, decapodi e pesci sono il loro cibo principale. Le preferenze alimentari cambiano con l'età; i più giovani preferiscono piccoli crostacei, i più vecchi preferiscono paguri e molluschi.

È stato anche osservato che l'intensità di alimentazione avviene durante l'estate grazie alla elevata disponibilità di prede. La dieta varia con la dimensione corporea. Non ci sono significative differenze nelle abitudini alimentari nei maschi e nelle femmine. Analisi comportamentali hanno dimostrato che il gattuccio utilizza un costante modello comportamentale definito “scala stridente”, come un meccanismo di alimentazione.

Gli squali utilizzano questo meccanismo ancorando prodotti alimentari vicino la coda in modo che la loro testa e i rapidi movimenti della mascella possano strappare bocconcini dalle loro prede. Sono in grado di ancorare i prodotti alimentari vicino al loro corpo grazie alle loro strutture simili a denti che sono incorporati nella loro pelle. Queste strutture normalmente li proteggono dai predatori, parassiti e abrasioni della pelle. Questo tipo di alimentazione può essere effettuato anche a causa della morfologia del loro corpo allungato.

Dimensioni

Arriva fino a 1 m di lunghezza e può pesare più di 2 kg. Uno dei più grandi esemplari mai registrati nel Mediterraneo, di circa 90 cm – 1 m, è stato incontrato a Punta Prita, vicino Palmi nell’estate 2002.

Riproduzione

E’ oviparo. Essi depositano uova che sono protette da una capsula con lunghi viticci. Le uova vengono per lo più depositate su macroalghe in acque costiere poco profonde. Quando le uova vengono depositate più lontano dalla riva, esse sono poste su invertebrati dritti. Queste uova di solito misurano 4 cm per 2 cm, senza mai superare i 6 cm. Queste uova possono essere trovate intorno alle coste europee. Gli embrioni si sviluppano per 5 - 11 mesi, a seconda della temperatura del mare e i giovani nati misurano 9 - 10 cm.

La deposizione delle uova può avvenire quasi tutto l'anno. Tuttavia, ci possono essere andamenti stagionali anche nell'attività della deposizione delle uova. Per esempio, le femmine che si trovano al largo della costa mediterranea della Francia, depongono le loro uova da marzo a giugno e a dicembre. Nelle acque circostanti la Gran Bretagna, la deposizione delle uova avviene in primavera con un’interruzione tra agosto e ottobre. Nella costa tunisina, gli squali depongono le loro uova a partire dalla primavera, con un picco in estate e poi un lieve calo in autunno.

I maschi raggiungono la maturità sessuale a circa 37,1 - 48,8 centimetri. Le femmine raggiungono la maturità sessuale ad una lunghezza di 36,4 - 46,7 centimetri.

Il gattuccio è molto adatto per le analisi comparative di gastrulazione per diversi motivi:

- Si raccoglie in gran numero lungo tutte le coste d'Europa, ed è l'unica specie di pesce cartilagineo a noi noto dal quale qualsiasi stadio di sviluppo può essere ottenuto in abbondanza in qualsiasi periodo dell'anno.

- La fecondazione è interna, ma le uova vengono deposte nelle prime fasi dello sviluppo, prima della formazione del blastocele. Una volta deposte, possono andare a svilupparsi normalmente in laboratorio, semplicemente nell’acqua di mare ossigenata.

- Le dimensioni e l’accessibilità dell'embrione rendono le analisi più semplici.

- Cinque fasi ben caratterizzate possono essere distinte tra l'inizio della gastrulazione e l'inizio del neurulazione.

Pericoli

Il gattuccio è uno degli squali più abbondanti nell’Atlantico nord – orientale e nel Mediterraneo. Viene regolarmente utilizzato per il consumo umano. La maggior parte dei gattucci che vengono presi dai pescatori commerciali e sportivi vengono scartati. Tuttavia, alcuni studi hanno dimostrato che i tassi di sopravvivenza post-scarto sono estremamente alti, circa il 98%.

Anche se la circoscritta riduzione può essersi verificata in alcune zone, le indagini hanno dimostrato che le popolazioni sono stabili o sono addirittura in aumento nella maggior parte del suo areale. Tuttavia, i continui monitoraggi di sbarco e i dati degli scarti sono importanti per evitare qualsiasi futuro declino.

Questa specie è attualmente elencata nella sezione “A Basso rischio” nella Lista Rossa della IUCN, poiché non vi è alcuna prova per indicare che la popolazione mondiale sia diminuita in modo significativo. Attualmente non ci sono interventi di conservazione in atto.


Notizie su Scyliorhinus canicula

Immagini

Vai alla galleria immagini

Oppure clicca su ciascuna immagine per ingrandirla


Specie del genere Scyliorhinus

   
© 1999-2014 Antonio Nonnis