Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Squalo martello smerlato

Sphyrna lewini

(Griffith & Smith, 1834)

Ordine: Carcharhiniformi  Famiglia: Sphyrnidae  Genere: Sphyrna

Dentizione


Descrizione

Lo squalo martello smerlato è una specie di squalo martello, della famiglia Sphyrnidae. E'grande, ben proporzionato e con la testa largamente convessa che misura dal 24 al 30 % della lunghezza totale; il suo margine anteriore e' arcuato con una notevole indentazione centrale, con un successivo incavo a "V" piu' lateralmente da ogni lato. I denti sono 15-16 (escluso quelli piccoli simfisali) in ogni lato delle mascelle; i denti hanno i margini lisci o debolmente seghettati.

Prima pinna dorsale alta, tra 11.9 e 14.5 % della lunghezza totale, con apice arrotondato e a forma di falce che origina all'opposto o leggermente indietro all'inserzione pettorale a con le estremità libere posteriori non estese all'indietro fino a sopra l'origine della pinna pelvica. I margini posteriori delle pinna pelvica essenzialmente rettilinei. Seconda pinna dorsale piccola e bassa, più ridotta rispetto alla pinna anale dal margine rozzamente sdoppiato nel senso dell'altezza; estremità libera posteriore lunga ed estesa quasi fino alla fossa precaudale. Pinne pettorali di dimensioni moderate con i margini anteriori uguali al 12.6 - 15.2% della lunghezza totale.

Il colore dorsale e' marrone - grigio medio o grigio-bronzo, che sfuma gradualmente nel bianco del ventre. Gli apici delle pinne pettorali notevolmente scuri o neri, specialmente sulla superficie ventrale; nei giovani e' scuro anche l'apice del lobo ventrale della pinna caudale e della seconda pinna dorsale.

Habitat

E' una specie costiera pelagica che vive sulle piattaforme continentali e insulari e vicino alle acque più profonde. Si trova nelle acque calde temperate e tropicali a una profondità di oltre 500 metri, ma più di frequente oltre i 25 metri. Durante il giorno sono più spesso vicino alla riva e di notte vanno a caccia più al largo. Gli adulti sono solitari, in coppie o in piccoli gruppi, mentre gli squali giovani si trovano in gruppi più grandi.

Distribuzione

Si trova in tutto il mondo. È il più comune di tutti gli squali martello.

Alimentazione

Si nutre principalmente di pesci come sardine, sgombri e aringhe, e occasionalmente di cefalopodi, come calamari e polpi. Gli esemplari più grandi possono anche mangiare specie di squali più piccole come lo squalo pinna nera di scogliera, Carcharhinus melanopterus.

Dimensioni

La lunghezza massima dello squalo martello smerlato è di 4 m e 30 cm e il peso massimo è di 150 kg.

Riproduzione

E' viviparo, con nidiate tra i 15 e i 30 piccoli; le femmine maturano a circa 212 cm, i maschi tra 140 e 165 cm.

Pericoli

Non sono considerati pericolosi e di solito non sono aggressivi verso gli esseri umani. A partire dal 2008, lo squalo martello smerlato è nella lista delle specie “in via di estinzione a livello globale”. La ricerca ha dimostrato che in alcune parti dell'Oceano Atlantico, le popolazioni degli squali martello smerlati sono diminuite di oltre il 95% negli ultimi 30 anni. Tra le ragioni di questo calo sono la pesca eccessiva e l'aumento della domanda delle pinne di squalo.

I ricercatori attribuiscono questa crescita della domanda all'aumento delle pinne di squalo come una costosa prelibatezza (come nella zuppa di pinne di squalo) e vietano la pratica del finning, una pratica in cui vengono tagliate le pinne dello squalo al largo e il resto dell'animale viene ributtato in acqua per lasciarlo morire. Gli squali martello sono tra gli squali più comunemente catturati per il finning.

Note

La parola greca sphyrna significa “martello”, in riferimento alla forma della testa di questo squalo. Lo squalo martello smerlato fu dapprima chiamato Zygaena lewini e poi rinominato Sphyrna lewini da Edward Griffith e Hamilton Smith nel 1834. È stato chiamato anche Cestracion leeuwenii da Day nel 1865, Zygaena erythraea da Klunzinger nel 1871, Cestracion oceanica da Garman nel 1913 e Sphyrna diplana da Springer nel 1941.

Comunicati nel giugno del 2006 hanno riportato la scoperta di una possibile nuova specie di squalo martello al largo delle coste del South Carolina. La possibile nuova specie viene indicata semplicemente come una specie criptica finché non riceve una denominazione ufficiale. Questa si prolunga, in parte, perché la scoperta è che il “martello” è forse di due specie diverse, non che è stata avvistata una nuova specie.

La scoperta che gli squali martello smerlati sono forse due specie diverse è puramente un risultato di test genetici, non di identificazione di differenze fisiche.


Notizie su Sphyrna lewini

Immagini

Vai alla galleria immagini

Oppure clicca su ciascuna immagine per ingrandirla


Specie del genere Sphyrna

   
© 1999-2014 Antonio Nonnis