Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


14-02-2014 - Australia: il punto sulla caccia ai grandi squali

Le ultime settimane, nonostante le proteste internazionali, con un presidio anche a Roma, hanno registrato l'uccisione di diversi squali tigre, alcuni dei quali più piccoli della taglia minima di tre metri di lunghezza. Niente squali bianchi a quanto pare, visto che evidentemente si tengono alla larga dalle esche delle trappole. In queste ore si continuano a stendere i palamiti, l'ultimo dei quali a Moses Rock.

Ed ecco l'espediente escogitato da qualche sceriffo: anziché gettare le carcasse degli squali catturati al largo, utilizzarle per attirare gli squali bianchi, visto che è nota la loro passione per la carne di squalo. Ora io mi chiedo: ma se gli squali bianchi non si avvicinano e quindi non rappresentano un pericolo, perché attirarli in acque costiere con l'unico scopo di ucciderli ?

C'è qualcosa che non capisco, visto che le normali esche non sono appetibili li si attira con ciò che più gli piace, ma questo comporta almeno un paio di considerazioni:

1) se gli squali bianchi non abboccano forse in giro non ce ne sono;

2) se si attirano potrebbero non soltanto mangiare le esche, ma anche qualche bagnante sfigato che evidentemente se non ci fossero state le esche avrebbe fatto il bagnetto tranquillo.

O no ?!


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti