Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


01-03-2014 - La Colombia protegge gli squali

ROMA - La Colombia sempre più amica degli squali. Il presidente della nazione sudamericana, Juan Manuel Santos, ha espresso la volontà del suo paese di espandere la tutela giuridica esistente sugli squali ed ampliare le protezioni per fermare l'importazione e l'esportazione delle specie.

In un video presentato al World Summit Ocean in questi giorni a San Francisco, il Presidente colombiano ha ribadito ancora una volta l'impegno del suo Paese per la conservazione degli squali e la volontà di lavorare insieme ai propri vicini per rafforzare la protezione delle rotte migratorie e degli habitat delle specie. Plauso delle associazioni animaliste tra cui anche la Pew Charitable Trusts che ha commentato: "il presidente Juan Manuel Santos e la sua amministrazione hanno capito che la gente ha bisogno di oceani sani e gli oceani sani hanno bisogno degli squali".

Il Paese, che ha recentemente vietato la pesca commerciale degli squali nelle sue acque, da anni svolge un ruolo primario per la conservazione della specie. Nel marzo 2013, la Colombia ha sponsorizzato la proposta - che entrerà in vigore nel settembre 2014 - di elencare cinque specie di squalo (pinna bianca, smeriglio, smerlato, martello, bianco) nell'Appendice II della Convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e fauna selvatiche (CITES) che impone ai firmatari di mostrare la prova che le esportazioni delle specie elencate derivano da una popolazione gestita in modo sostenibile.

Inoltre ad ottobre del 2013 il Paese ha firmato il memorandum d'intesa sulla conservazione degli squali migratori volto a proteggere quattro specie migratrici, tra cui lo squalo balena.

http://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/natura/2014/02/28/Colombia-sempre-piu-amica-squali_10160639.html


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti