Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


12-06-2014 - Hanna Fraser danza con gli squali tigre

Almeno 1000 squali nei prossimi tre anni saranno uccisi se continuerà il programma di "caccia" del governo australiano occidentale. Contro la politica del massacro si sono mosse numerose associazioni ambientaliste, ma oggi il messaggio è arrivato al mondo grazie ad una coraggiosa modella.

Come parte del suo ultimo progetto, "Lacrime di una sirena", il documentarista Shawn Heinrichs ha realizzato un video volto a sensibilizzare la situazione di squali, balene e altri creature marine, filmando con successo la prima danza mai realizzata sott'acqua tra i grandi squali tigre e un donna umana. Senza alcun equipaggiamento protettivo, nemmeno un'attrezzatura subacquea, l'ambientalista marina Hannah Fraser si è immersa nell'Oceano Atlantico per nuotare con un branco di squali, tra cui lo squalo tigre.

Hanna, nota come la più celebre "sirena umana" del mondo, ha rischiato la vita per danzare con gli squali al largo delle Bahamas, nel tentativo di mostrare la loro vera natura. "Ho imparato a toccarli nel modo giusto per permettere una connessione che li mettesse a loro agio, e ho scoperto che in realtà amano essere solleticati sul naso"

Il risultato è un'esperienza davvero mozzafiato. Hannah Fraser ha inviato il messaggio che queste splendide creature devono essere comprese oltre che rispettate e temute. Il documentarista Heinrichs ha dovuto evitare colori bianchi e luci, e coprire le mani con guanti neri per evitare che con il contrasto le dita apparissero come piccoli pesci. La modella ha dovuto anche coprire i capelli biondi con una parrucca nera.

Fraser auspica che il governo australiano occidentale ci penserà due volte prima di dare il permesso per un altro massacro di squali dopo aver visto il documentario. Gli squali tigre sono state le principali vittime della macellazione degli squali australiani, un programma sostenuto dal governo per rendere le acque della costa occidentale "più sicure" per i nuotatori. L'abbattimento arriva in risposta a una serie di attacchi mortali di squali che si sono verificati nell'Australia dell'Ovest. Sebbene gli squali tigre non siano stati responsabili di un attacco nella zona da oltre 80 anni, sono le vittime più frequenti della macellazione.

Hanna, che vive a Los Angeles, ha ammesso: "Mi sentivo molto ansiosa la prima volta che sono entrata in acqua. L'aspetto più importante è sapere come funzionano le loro menti, scoprire qual è l' innesco che li porta a reagire alle situazioni"

http://www.diregiovani.it/rubriche/fotogallery/31563-squali-tigre-danza-sirena-hannah-fraser.dg



   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti