Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


07-07-2014 - USA, mattanza di squali in reti illegali abbandonate

La Guardia Costiera americana ha trovato 65 squali morti in una rete abusiva 20 miglia al largo di South Padre Island martedì 2 Luglio 2014. Gli squali in decomposizione erano intrappolati in una rete da posta, una rete alla deriva spesso definito come "il muro della morte".

"Queste reti sono così efficaci che il loro uso è illegale sia in acque federali che statali nel Golfo del Messico e altamente regolamentato altrove", ha detto il comandante Jason Brand, funzionario delle risorse marine del distretto 8 della Guardia Costiera, in un comunicato stampa.

I funzionari hanno detto che una pattuglia a bordo di un aeroplano HU-25 Falcon ha avvistato i galleggianti intorno 02:00 durante un controllo di routine e ha subito richiesto una motovedetta. L'equipaggio ha recuperato circa un Km di reti abbandonate con 65 squali maschi decomposti.

Gli investigatori sospettano che la rete sia stata posta da pescatori messicani in azioni di bracconaggio nelle acque statunitensi.

"Perdere gli attrezzi da pesca è un evento comune in questa regione," ha proseguito Brand nel comunicato, "Quando le lance messicane vengono rilevate dalle pattuglie degli Stati Uniti, abbandonano le reti con il loro carico di pesci fantasma, senza che le navi madre possano recuperarle."

La Guardia Costiera ha detto di aver sequestrato 28 navi da pesca, di averne rispedito 34 in acque messicane e recuperato più di 12 miglia nautiche di attrezzi da pesca illegali da ottobre 2013.

Nel dicembre 2012, gli agenti di pattuglia hanno recuperati 350 squali morti allo stesso modo in una rete di cinque miglia di lunghezza, localizzata quattro miglia al largo di South Padre Island poco prima di Natale.


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti