Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


10-07-2014 - Film: Man of Aran (1934) di Robert J. Flaherty

Man of Aran è un film documentario di Robert J. Flaherty sulla vita nelle Aran Islands al largo della costa occidentale dell'Irlanda. Ritrae personaggi che vivono in condizioni premoderne, documentando le loro abitudini quotidiane, come la pesca al largo su alte scogliere, la coltivazione delle patate dove c'è poca terra, e la caccia agli enormi squali elefante per ottenere l'olio di fegato per le lampade. Alcune situazioni sono costruite, come ad esempio una scena in cui i pescatori di squali sono quasi dispersi in mare in una tempesta improvvisa.

Inoltre, i membri della famiglia mostrati in realtà non sono imparentati, essendo stati scelti tra gli isolani per le loro qualità fotogeniche. Il documentario di George Stoney del 1978 How the Myth was Made, che è incluso nei contenuti speciali del DVD, racconta che gli abitanti delle Aran Islands non avevano cacciato gli squali in questo modo per oltre cinquanta anni, fino al momento in cui è stato fatto il film. Man of Aran è la ricreazione di Flaherty della cultura ai margini della società moderna, anche se gran parte della vita primitiva rappresentata era del 1930.

È impressionante, comunque, per il suo dramma, la sua cinematografia spettacolare del paesaggio terrestre e marino, e per il suo montaggio conciso. Alla rock band britannica British Sea Power è stato chiesto di registrare una nuova colonna sonora per l’uscita del film in DVD nel 2009, eseguendo la partitura di una serie di eventi live nel Regno Unito, tra cui uno che accompagna il film stesso presso il British Film Institute. The Cripple of Inishmaan di Martin McDonagh è ambientato sulle Aran Islands, al momento delle riprese di Man of Aran. Il film vinse la Coppa Mussolini per il miglior film straniero alla Mostra del Cinema di Venezia.


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti