Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


10-07-2014 - Film: Orca (1977) di Michael Anderson

Orca è un film horror del 1977 diretto da Michael Anderson, prodotto da Dino De Laurentiis e interpretato da Richard Harris, Charlotte Rampling, e Will Sampson. Il film è stato mal accolto dalla critica e dal pubblico in parte dovuta alla sua somiglianza con il film Jaws uscito due anni prima. Dopo il suo rilascio il film ha ricevuto solo un piccolo successo teatrale, ma negli ultimi anni il film ha ottenuto un certo seguito tra gli appassionati del genere subacqueo eco-horror. Richard Harris era felice della sua esperienza durante le riprese, e si offende per qualsiasi confronto tra Orca e Jaws.

Il film ruota attorno alle gesta del capitano Nolan (Richard Harris), un irlandese che vive in Canada, che cattura animali marini, al fine di pagare l’ipoteca della sua barca chiamata Bumpo, e tornare in Irlanda. L’equipaggio di Nolan è alla ricerca di un grande squalo bianco per un acquario locale, ma uno scienziato di nome Ken (Robert Carradine), viene preso di mira da uno squalo. Un’orca arriva e uccide lo squalo, successivamente risparmia Ken. Questo fatto fa cambiare l’obiettivo di Nolan verso l’orca e mentre è in viaggio con il suo equipaggio, cerca di catturare quello che lui crede essere un’orca maschio, ma arpiona erroneamente una femmina incinta. Lei cerca di scappare ma s’impiglia e viene ferita dalle eliche della barca ma Nolan e il suo equipaggio catturano l'orca a bordo, dove in seguito abortisce. L’equipaggio getta con un tubo di gomma il feto morto in mare, mentre il maschio li guarda.

Più tardi quella notte, in cerca di vendetta per la morte della sua compagna, l'orca maschio cerca di affondare la nave. Uno dei membri dell'equipaggio di Nolan, Novak (Keenan Wynn), tagli la femmina morta fuori della nave, ma il maschio salta e lo trascina in mare. Il giorno seguente, l'orca spinge la sua compagna sulla riva. Alan Swain (Scott Walker) rimprovera Nolan sulle sue azioni dopo aver trovato la balena morta sulla riva. Nolan nega la responsabilità ma Swain e gli abitanti del villaggio alla fine scoprono il suo coinvolgimento. Gli abitanti del villaggio insistono che lui rimanga e uccida l’orca, poiché la sua presenza è la causa della scarsità di pesce. La dottoressa Rachel Bedford (Charlotte Rampling), collega di Ken ed esperta di balene, gli mostra come le balene sono simili agli esseri umani e dice a Nolan che “Se lui [l’orca] è come un essere umano, qualsiasi cosa voglia non è detto che la debba ottenere”. Nolan confessa a Rachel che lui s’identifica con l’orca, poiché la propria moglie e il figlio non ancora nato erano stati precedentemente uccisi in un incidente d'auto causato da un conducente ubriaco.

Nolan promette a Rachel di non combattere con l’orca, ma questa attacca la sua casa di fronte al mare, con all’interno un membro dell'equipaggio di Nolan ferito, Annie (Bo Derek). La casa inizia a scivolare in mare e l’orca stacca con un morso la gamba di Annie. Nolan decide di affrontare l'orca, per la gioia degli abitanti del villaggio, anche se con Novak morto e Annie mutilata per la vita, lui e Paul sono ora gli unici membri dell’equipaggio rimasti. La dottoressa Bedford e Ken vanno con lui, come pure un nativo americano, Jacob Umilak (Sampson), che si unisce a loro per condividere la sua conoscenza. L'equipaggio inizia ad inseguire l’orca, dopo che essa fa segno a Nolan di seguirlo. Ken è appoggiato sul fianco della barca quando l’orca emerge e lo afferra, uccidendolo. Continuano a seguire l’orca, fino a quando raggiungono lo Stretto di Belle Isle. Paul inizia subito a entrare in una scialuppa di salvataggio, ma l'orca impazzita spinge Paul fuori dalla barca,facendolo affogare. Il giorno dopo, l’orca spinge un iceberg nella barca che comincia ad affondare. Nolan riesce ad arpionare l’orca appena prima che lui e la dottoressa Bedford fuggono dalla barca, mentre Umilak viene schiacciato sotto una valanga di ghiaccio.

Nolan e la dottoressa Bedford si nascondono in un iceberg ma Nolan scivola su un altro. L’orca separa gli iceberg, intrappolando Nolan. La balena salta sul ghiaccio, facendolo inclinare e facendo cadere Nolan in acqua. La balena solleva Nolan con la coda e lo butta su un altro iceberg, uccidendolo. La dottoressa Bedford guarda in stato di shock Nolan che scivola in acqua a forma di croce. Completata la sua vendetta, l’orca nuota sotto i ghiacci verso la sua ultima dimora, mentre un elicottero recupera la dottoressa Bedford. Il produttore Luciano Vincenzoni per la prima volta diede al film un vantaggio iniziale dopo essere stato chiamato da Dino de Laurentiis nel bel mezzo della notte nel 1975. Non appena ammise che aveva visto Jaws, Vincenzoni fu incaricato da de Laurentiis a “trovare un pesce più duro e più terribile del grande squalo bianco”.

Avendo avuto poco interesse per la vita di mare prima, Vincenzoni si diresse verso le orche con l’aiuto del fratello Adriano, che aveva un interesse personale per la zoologia. Le riprese si sono svolte in gran parte a Terranova durante la stagione di pesca. L'orca principale utilizzata per le riprese, era un animale addestrato dall'acquario di San Francisco, anche se furono usate anche balene artificiali di gomma. Questi modelli erano così realistici che diversi attivisti per i diritti degli animali bloccarono i camion che li trasportavano, confondendoli per orche reali. Lo squalo usato all'inizio del film è stato catturato dal noto cacciatore di squali Ron Taylor.

Il paesaggio inteso a rappresentare una remota regione polare del Labrador è stato fabbricato a Malta dal designer Mario Garbuglia. Richard Harris insistette per eseguire le sue acrobazie nelle sequenze polari, e quasi morì più volte nel farle.


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti