Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


10-07-2014 - Film: Deep Blue Sea (1999) di Renny Harlin

Deep Blue Sea è un thriller fantascientifico del 1999 con Thomas Jane, Saffron Burrows, LL Cool J, e Samuel L Jackson. Il film è stato diretto da Renny Harlin ed è stato rilasciato negli Stati Uniti il 28 luglio 1999. Su una remota isola in una struttura chiamata Aquatica, un team di scienziati sono alla ricerca di una cura per la malattia di Alzheimer. Uno di loro, la dottoressa Susan McAlester (Saffron Burrows), viola il codice etico, e costruisce geneticamente tre squali mako, con l'intenzione di aumentare la loro capacità del cervello in modo che possano rafforzare il tessuto come una cura per l'Alzheimer.

Purtroppo, la capacità cerebrale aumentata rende anche gli squali più intelligenti, più veloci e più pericolosi. I finanziatori di Aquatica sono scettici e nervosi per i test, e inviano un dirigente aziendale (Samuel L. Jackson) per visitare la struttura. Per dimostrare che della ricerca ne è valsa la pena, il team riesce a rimuovere il tessuto cerebrale dallo squalo più grande, una femmina adulta. Tuttavia, un incidente scatena una serie di eventi che permettono agli squali di organizzare una fuga, e inondare la struttura interna, permettendo loro di entrare per mirare agli umani al suo interno.

Il team di scienziati deve fuggire dal centro di ricerca che affonda ed evitare di essere uccisi, senza consentire agli squali di raggiungere il mare aperto. Due degli squali vengono uccisi mentre la squadra sale in superficie. Ma, a uno a uno, la squadra viene uccisa dagli squali solo fino a quando il cuoco, Preacher (LL Cool J), McAlester, e Carter Blake (Thomas Jane) restano vivi. Sorprendentemente essi scoprono che gli squali non solo stavano cercando di ucciderli, ma in realtà li stavano guidando verso la struttura allagata in modo da poter fuggire in mare aperto per riprodursi.

McAlester, in uno sforzo sacrificale per distrarre l'ultimo dei tre squali, gli permette di ucciderla mentre Preacher e Blake fanno saltare lo squalo fuori dall'acqua, e attendono il salvataggio, quando imbarcazioni contenenti altri ricercatori arrivano presso la struttura. Il film ha ricevuto recensioni contrastanti da parte della critica. Rotten Tomatoes ha dato un rating del 57%, con 51 su 89 recensioni, e un consenso che dice: “A parte un paio di emozioni, Deep Blue Sea è poco originale e poco intelligente”. La rivista Empire ha dato tre stelle su cinque, dicendo: “Non ha mai partecipato alla notte degli Oscar, o usurpato precedenti lotte epiche contro la natura (Jurassic e altri), ma Deep Blue Sea resta coraggioso. Si tratta di squali giganti che mangiano le persone. E questo è esattamente quello che ottieni”. Una colonna sonora uscì il 27 giugno 1999 dalla Warner Bros. Records comparendo nella rap and R&B music. La colonna sonora arrivò al numero 55 della Top R&B/Hip-Hop Albums.

Il compositore Trevor Rabin ha arrangiato la musica originale per il film. La colonna sonora rilasciata contiene 10 brani. Deep Blue Sea apparve in Mythbusters nell'episodio “Phone Book Friction”, quando hanno testato i numerosi elementi della morte dello squalo, alla fine del film, molti dei quali confutati. La targa estratta dai denti dello squalo da Carter è la stessa targa che si trova nella carcassa dello squalo tigre nel film di Steven Spielberg Jaws. Nel taglio originale del film, McAlester sopravvive, ma test sul pubblico mostrarono che esso aveva antipatia per il personaggio (arrivando a gridare “Muori, puttana!” allo schermo), poiché le sue azioni avevano causato tutto quello che era andato storto. Così, fu presa la decisione di rigirare il finale in modo che il suo personaggio morisse.

Al contrario, Sherman 'Preacher' Dudley, interpretato da LL Cool J, doveva morire, ma il pubblico amava così tanto il personaggio, che i produttori rigirarono il finale e lo fecero vivere. L'episodio Tinfins di Sealab 2021 concentra tutto l’equipaggio di Sealab nel fare un film che è un’evidente parodia di Deep Blue Sea.



Spazio Pubblicitario

1000 x 120
   
© 1999-2018 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti