Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Link originale  Specie coinvolta: Palombo comune - Mustelus mustelus
        Stampa pagina  


11-09-2014 - Acidificazione degli oceani compromette la ricerca del cibo per i palombi

L'acidificazione degli oceani mina ka capacità degli squali di percepire l'odore del cibo. Una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Global Change Biology rivela come gli elevati livelli di anidride carbonica nei mari compromettano l'abilità di tracciamento delle prede da parte dei palombi.

Lo studio ha analizzato per la prima volta la capacità degli squali di percepire l'odore del cibo in condizioni che simulano i livelli di acidità attesi negli oceani alla fine del secolo. Analizzando 24 squali in un canale artificiale trattato con anidride carbonica all'interno del Woods Hole Oceanographic Institute a Cape Cod in Massachusetts, l'equipe di ricerca ha scoperto che gli esemplari tendono ed evitare di andare verso l'odore di calamaro che è stato pompato nell'acqua. Un comportamento questo che dimostra secondo gli scienziati, come l'acidificazione degli oceani danneggi le funzioni sensoriali alternando il comportamento degli organismi acquatici.

Il processo appare chiaro: l'anidride carbonica rilasciata nell'atmosfera viene assorbita nelle acque oceaniche, dove si scioglie e abbassa il pH dell'acqua. Le acque acide influenzano così il comportamento dei pesci interrompendo un recettore specifico del sistema nervoso, chiamato Gabaa, che è presente in molti organismi marini che possiedono un sistema nervoso, tra cui gli squali.

https://www.ansa.it/terraegusto/notizie/rubriche/dalmare/2014/09/11/acidificazione-oceani-ruba-a-squali-capacita-percepire-odori_16bfe657-c0d4-4162-aa


Altre notizie relative alla specie coinvolta: Palombo comune - Mustelus mustelus

   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti