Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


12-01-2015 - Accertamenti per morsi di squalo su cadaveri naufragio Norma Atlantic

Potrebbero essere state attaccate da squali le vittime della Norman Atlantic. Il sospetto degli inquirenti baresi – coordinati dai pm Ettore Cardinali e Francesco Perrone Capano – è dovuto alla presenza di ferite, in particolare su uno dei corpi. Per accertare l’ipotesi un biologo marino, il dottor Lucio Rositano, parteciperà agli esami medico legali. Bisognerà inoltre capire se siano stati gli squali a causare il decesso di alcune o di tutte le undici vittime oppure se i corpi sono stati attaccati a decesso avvenuto.

Aggiornamento del 15-01-2015

L’esito dell’autopsia conferma che le 9 vittime della Norman Atlantic sono morte per choc termico. Le acque erano troppo fredde, la temperatura avrebbe provocato una paralisi che li avrebbe assiderati sino a farli perdere i sensi e poi annegare. Questa la terribile morte dei nove passeggeri della Norman Atlantic partiti il 27 dicembre scorso dalla Grecia e diretti ad Ancona. Il naufragio dopo un incendio scoppiato alle 4,30 del 28 dicembre 2014. Intanto il biologo marino Lucio Rositani presente durante l’esame autoptico ha confermato che alcune riferite riportate da una donna di 53 anni tedesca provenivano dal morso di alcuni squali. La donna, tuttavia sarebbe annegata e morta per assideramento e solo dopo il suo corpo sarebbe stato aggredito dagli squali.


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti