Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

 Specie coinvolta: Squalo Zambesi - Carcharhinus leucas
        Stampa pagina  


13-04-2015 - Attacco mortale a Reunion a Elio Canestri

L'astro nascente del surf si chiamava Elio Canestri, aveva solo 13 anni e malgrado il nome italiano, era francese. Il ragazzo è morto in seguito all'attacco di uno squalo a Cap Homard, sulla costa occidentale dell'Isola di Reunion, nell'Oceano Indiano a poca distanza dal Madagascar.

Elio Canestri era un artista della tavola, ma aveva disatteso il divieto di balneazione vigente nella zona, dove negli ultimi quattro anni sono stati sedici attacchi di squali, dei quali sette mortali. La tragedia si è consumata in pochi minuti, il ragazzino è stato attaccato da uno squalo zambesi, noto anche come bull shark, della lunghezza di 2,5 metri, che gli ha strappato braccia e gambe provocandogli ferite troppo profonde per poterlo salvare.

Per gli altri sei compagni che erano con lui, tutti sotto shock, è stato disposto il supporto di uno psicologo. Sulla spiaggia di Le Aigrettes, dopo aver appreso la notizia, si sono radunate centinaia di persone per commemorare il giovane surfista scomparso.

Intanto su Instagram Jeremy Flores, surfista professionista cresciuto nell’isola, con queste parole ricorda Elio:

"Un altro attacco a Reunion questa mattina. Il 13enne Elio era uno dei più promettenti surfisti. Non ci sono parole per descrivere quando io sia triste e arrabbiato. Così giovane!!! Una notizia che spezza il cuore. RIP".



Altre notizie relative alla specie coinvolta: Squalo Zambesi - Carcharhinus leucas

   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti