Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


17-02-2016 - Un nuovo approccio per la tutela degli squali e delle razze

Un gruppo di organizzazioni internazionali di conservazione ha lanciato una nuova strategia per combattere il declino strettamente correlato di squali e razze, avvertendo che le razze sono ancora più minacciate e meno protette degli squali.

La richiesta di una maggiore inclusione delle razze in azioni di conservazione è parte di "Priorità globali per la conservazione di Squali e raggi: strategia A 2015-2025", pubblicato oggi in concomitanza con una Convenzione sulle specie migratorie (CMS), nell'incontro sulla conservazione degli squali in corso a San José, Costa Rica.

Durante la chiamata ai paesi in tutto il mondo a intraprendere azioni urgenti di conservazione e di ricostruire le popolazioni vulnerabili di entrambi, squali e razze, il documento strategico per i prossimi 10 anni sottolinea che, come gruppo, le Razze - comprese le mante, le razze, i pesci sega, i pesci violino e le mobule - dovrebbe ricevere la stessa attenzione e gli investimenti dei loro parenti più noti, gli squali.

Le circa 650 specie di razze includono quelle che assomigliano agli squali, come, ad esempio, PRISTIS PECTINATA, in pericolo di estinzione e il pesce chitarra brasiliano.

"La pesca eccessiva, a causa di mancanza di regolamentazione, è la più importante minaccia per squali e razze", ha detto il coordinatore di WCS Squali e Razze Amie Bräutigam. "I miglioramenti nella gestione della pesca e l'espansione degli sforzi di conservazione - per le razze in particolare - costituiscono una parte importante di questa nuova strategia."

La strategia globale è stata prodotta sulla base di approfondite analisi dei dati e la sintesi da parte di esperti, da Shark Advocates International Shark Trust, TRAFFICO, Wildlife Conservation Society (WCS), e WWF, con guida tecnica e collaborazione da parte dell'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura ( IUCN) Shark Specialist Group. Queste organizzazioni hanno collaborato per attuare questa strategia di Iniziativa Globale per Squali e Razze.

"Siamo ansiosi di condividere la nostra strategia globale di conservazione con i governi, e per discutere passi concreti verso i tanti obiettivi comuni che sono maturi per l'azione", ha dichiarato Sonja Fordham, Presidente di Shark Advocates International. "Anche se le sfide sono scoraggianti e molte domande rimangono, gli strumenti e le risorse sono già sufficienti a far fronte alle direttive CMS per la protezione di molte razze in via di estinzione e limitare la cattura di molti squali pesantemente pescati."

Evidenziando la necessità di una maggiore attenzione alle razze, la strategia sottolinea che i limiti su base scientifica alla pesca di squali e razze e il loro commercio, sono urgentemente necessari per fermare la pesca eccessiva e garantirne la sostenibilità.

"Alcune popolazioni di squali e razze sono in grado di sopportare attività di pesca nel lungo termine", ha detto Ali Hood, direttore dell'associazione di conservazione Shark Trust. "L'uso sostenibile è un approccio pragmatico alla conservazione, che valorizza il mondo naturale, l'importanza dei mezzi di sussistenza, il significato culturale dei prodotti, e la necessità di ridurre al minimo i rifiuti attraverso il pieno utilizzo. Si richiede anche un vero e proprio impegno scientifico che affronti la gestione delle popolazioni di questi pesci -. Un obiettivo chiave di questa strategia decennale globale."

Glenn Sant, leader di TRAFFICO, che monitorizza i programmi di pesca, ha ammonito: "Garantire la tracciabilità dei prodotti della pesca lungo la catena commerciale è essenziale per valutare l'efficacia di eventuali normative e, infine, nel determinare i benefici di conservazione reali per le specie interessate. "

Per le specie di squali e razze elencate nella Convenzione delle specie migratorie, gli autori hanno invitato i paesi membri ad assicurare che vengano attuate normative in linea con le direttive della convenzione, tra cui: fissare severe protezioni nazionali per tutte e cinque le specie il pesce sega in pericolo e di tutte le mante e mobule; l'adozione di limiti nazionali e regionali di pesca per gli squali migratori pesantemente pescati come il mako, martello e squalo volpe.

La domanda di pinne di squalo in Asia è stata a lungo considerata il principale vettore della la pesca eccessiva degli squali, ma la strategia mette in evidenza recenti scoperte che anche la domanda di mercato per la carne di squalo e razze è significativo, e in aumento.

"I volumi di carne di squali e razze sul mercato internazionale sono raddoppiati dal 1990 e sono ora considerati importanti come pinne di squalo per l'eccessiva pesca di questi animali," ha osservato Andy Cornish, responsabile per la tutela di squali e razze del WWF Internazionale. "Indurre importanti riduzioni nella domanda globale di pinne e carne di squali e razze pinne, la stragrande maggioranza dei quali provenienti da fonti non sostenibili e non rintracciabili, è parte integrante della strategia."

La strategia sottolinea inoltre che quasi la metà delle specie di squali e razze del mondo sono stati classificati dalla IUCN come "Dati insufficienti", il che significa che le informazioni non sono sufficienti per valutare la salute delle loro popolazioni, e possono ostacolare ulteriori interventi di conservazione.

"Le nostre analisi per la Lista Rossa IUCN delle specie minacciate rivelano un quarto dei pesci cartilaginei del mondo come a rischio di estinzione. Un importante sforzo è necessario per evitare l'estinzione delle 70 specie più minacciate - Pesci sega, pesci violino, squali d'acqua dolce e razze - e chiarire lo stato di conservazione e le esigenze delle 600 carenti di dati, e delle specie di recente scoperta ", ha detto il co-presidenti dell'IUCN Nick Dulvy e Colin Simpfendorfer.

L'Iniziativa Globale per squali e razze è sostenuta in parte dalla MacArthur Foundation e dalla Fondazione Leonardo DiCaprio.

http://wwf.panda.org/wwf_news/?261570/New-global-strategy-to-save-sharks-and-rays



Spazio Pubblicitario

1000 x 120
   
© 1999-2018 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti