Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

 Specie coinvolta: Squalo volpe - Alopias vulpinus
        Stampa pagina  


24-11-2016 - 10 incredibili cose che forse non sapete sugli squali volpe

Gli squali volpe squali sono specie incredibilmente uniche di squalo, per l'anatomia molto particolare, i comportamenti, e la storia.

Anche se sono relativamente abbondanti, a causa dell'ambiente in cui vivono vi è poca interazione con gli esseri umani.

Ecco dieci incredibili fatti su di loro che forse non sapete.


1. Ci può essere una specie sconosciuta di squali volpe. Finora, infatti, gli scienziati riconoscono tre specie esistenti:

Alopias pelagicus - Squalo volpe pelafico

Alopias superciliosus - Squalo volpe occhione

Alopias vulpinus - Squalo volpe comune

Una nuovo esemplare è stato trovato lungo la costa della Baja California nel 1995 e dopo l'analisi scientifica del suo DNA si è trovato appartenere potenzialmente una nuova specie di squali volpe. Questo è stato finora il solo ritrovamento della potenziale nuova specie

2. Gli squali volpe hanno la coda molto lunga: il lobo superiore della loro pinna caudale è molto lungo e in totale possono raggiungere una lunghezza di 5,7 metri. La loro coda misura circa la metà totale del corpo, quindi può arrivare fino a ben 3 metri. Queste lunghe code danno loro diverse funzionalità biologiche e comportamentali uniche.

3. La prima persona a scrivere su di loro fu Aristotele nel libro Historia Animalia. In esso, egli sostiene che questi squali sono in grado di rompere le lenze per fuggire, e di ingoiare temporaneamente i loro piccoli per proteggerli dai predatori. Entrambi questi comportamenti, che sono scientificamente inesatti, hanno portato Aristotele a lodare il loro alto livello di intelligenza e astuzia e in ultima analisi, a denominarli "Alopex". In greco, Alopex significa volpe, un animale considerato molto intelligente e astuto .

4. Gli squali volpe preferisco le profonde acque oceaniche: Anche se si riproducono lungo le acque costiere e gli esemplari giovani restano in acque più basse fino a diventare adulti, questi squali preferiscono acque oceaniche profonde. Essi trascorrono la maggior parte della loro vita a una profondità di circa 550 metri, migrando in oceano aperto e trascorrendo l'estate a Nord e l'inverno a sud. Preferiscono acque tropicali e subtropicali, ma migrano per cacciare anche in acque temperate.

5. Gli squali volpe sono cacciatori impressionanti: Infatti tendono a predare banchi di pesci usando le loro code uniche per attirare le prede che, una volta arrivate vicine, saranno colpite più volte con violente sferzate della coda stessa, fino ad essere tramortite. Poi gli squali volpe si avventano con violenza sulle prede e le mangiano.

6. Gli squali volpe sono animali a sangue caldo: Sono una delle poche specie di squali con funzionalità endotermiche. Hanno muscoli a lenta ossidazione che combinati con lo scambio inverso dei vasi sanguigni li aiuta a regolare la pressione sanguigna interna. Questo porta loro ad avere una temperatura del sangue che è circa 2°C più calda delle acque in cui sono immersi. Essere a sangue caldo permette loro di stabilizzare le proteine ​​nelle acque più fredde e li aiuta a utilizzare in modo più efficiente i loro muscoli. Le loro capacità endotermiche li rendono cacciatori agili e nuotatori veloci.

7. Gli squali volpe sono forti nuotatori: Sono tra nuotatori più veloci del mare e possono raggiungere una velocità massima di 30 mph (48,2 km orari). Essi possono anche saltare fuori dall'acqua, un comportamento noto come sfondamento, e sono in grado di nuotare così veloci grazie alla spinta supplementare della loro lunga pinna caudale. Le loro capacità endotermiche e la presenza di una striscia di muscolo rosso aerobico lungo i fianchi, gli consente di avere robustezza e potenza. Hanno corpi a forma siluro forma, che riduce la resistenza dell'acqua sui i loro corpi mentre nuotano.

8. Gli squali volpe sono parenti dei grandi squali bianchi: Appartengono infatti all'ordine dei Lamniformi, altrimenti noti come squali maccarelli. L'ordine comprende squali elefante, squali Mako e il famoso Grande squalo bianco. In tal modo gli squali volpe sono anche legati allo squalo estinto Megalodon, essendo tutti questi animali capaci di regolare la loro temperatura del sangue, e hanno caratteristiche biologiche simili come due pinne dorsali, una pinna anale, cinque fessure branchiali, e una bocca che si estende oltre gli occhi.

9. Gli squali volpe fanno parte di un Mito interessante: Si crede che squali volpe e pesci spada lavorino insieme per attaccare le balene. Il mito dice che il volpe nuota di fronte a una balena e la disorienta frustando la coda, nel frattempo il pesce spada attacca la balena con la sua affilata protuberanza, e la impala. Poi condividono la preda e la mangiano insieme. Nessuno è sicuro come sia sorto questo mito abbastanza diffuso, ma è certamente non vero, perché né gli squali volpe né i pesci spada sono in grado di magiare le balene.

10. Gli squali volpe non sono una minaccia per l'uomo: C'è soltanto un attacco documentato su una persona ed è stato provocato dalla stessa mentre afferrava la coda dello squalo. Ci sono stati anche quattro resoconti di squali volpe che attaccano imbarcazioni, ma erano individui che lottano contro la cattura. Per la maggior parte hanno paura degli esseri umani, e nuotano via quando vedono un subacqueo. D'altra parte, gli esseri umani sono una minaccia per questi squali, spesso cacciati da pescatori commerciali e dilettanti per la loro coda unica. Poiché tendono a cacciare i pesci in banchi, spesso sono anche un sottoprodotto della pesca commerciale del tonno. Quindi, in realtà, gli squali volpe non sono una minaccia per l'uomo, ma gli esseri umani sono una minaccia per gli squali volpe.

In breve, gli squali volpe sono molti interessanti, hanno lunghe code che li rendono impressionanti cacciatori e veloci nuotatori, come i loro cugini illustri il Grande squalo bianco e il Megalodon, sono conosciuti da molto tempo dagli esseri umani, anche se si vedono raramente, sono affascinanti e ispirano miti. Conoscerli meglio può contribuire ad apprezzarli e a rispettarli, come dovrebbe essere per tutte le specie animali che abitano il pianeta e nuotano nei mari.


Altre notizie relative alla specie coinvolta: Squalo volpe - Alopias vulpinus

   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti