Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Link originale  Specie coinvolta: Squalo della Groenlandia - Somniosus microcephalus
        Stampa pagina  


21-12-2016 - Scioglimento dei ghiacci: gli squali della Groenlandia predano gli orsi polari

Il ritiro che prosegue a ritmi allarmanti costringe gli orsi a nuotare molto di più per cacciare le foche. In questo modo i plantigradi sono maggiormente esposti ai predatori della Groenlandia.

I principali e nuovi «nemici» degli orsi polari? Sono le orche e gli squali della Groenlandia. Con lo scioglimento dei ghiacci artici dovuto al riscaldamento globale, infatti, rischiano di essere divorati dalle altre specie che cercano di sopravvivere. L’allarme è stato lanciato alla conferenza scientifica ArcticNet a Winnipeg, in Canada, da ricercatori dell’Istituto Polare Norvegese e della Manitoba University canadese. Il ritiro dei ghiacci artici, come si legge anche su The Australian, che negli ultimi anni è aumentato a ritmi allarmanti, costringe gli orsi a nuotare molto di più per cacciare le foche. In questo modo sono più esposti ai predatori che tendono a cacciare sempre più a nord, a causa del ritiro dei ghiacci. Le orche diventano una minaccia anche per le foche e per cetacei come i beluga, le balene franche e i narvali.

La situazione dell’Artico

Il rapporto 2016 del NOAA - National Oceanic and Atmospheric Administration - l’agenzia del governo americano deputata alla gestione dei sistemi di osservazione della Terra, ha fatto una fotografia poco rassicurante della situazione. L’estensione del ghiaccio marino nel mese di settembre scorso ha raggiunto un valore vicino al minimo storico del 2012. Durante l’anno più caldo registrato sul nostro pianeta negli ultimi secoli, più di 60 scienziati da 11 diversi paesi hanno confermato che l’Artico continua a riscaldarsi ad un passo pari al doppio del resto della Terra, con temperature medie fino a +3.5ºC al di sopra della media - quasi il doppio del limite stabilito dall’accordo di Parigi per le temperature globali.

L’allarme degli scienziati

Se la calotta ghiacciata si riduce, i cetacei perdono il loro rifugio. Kit Kovacs dell’Istituto polare norvegese ha detto di aver trovato una mascella di orso polare nello stomaco di uno squalo della Groenlandia. Per Steve Ferguson della Manitoba University, le orche potrebbero diventare il culmine della catena alimentare nell’Artico. Nella Baia di Hudson, l’immensa insenatura nel nord del Canada, 57.000 beluga sono oggi preda delle orche.

http://www.corriere.it/animali/16_dicembre_19/orsi-polari-prede-squali-orche-causa-scioglimento-ghiacci-5010d6a4-c602-11e6-81c3-386103f9089b.shtml


Altre notizie relative alla specie coinvolta: Squalo della Groenlandia - Somniosus microcephalus

   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti