Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


23-01-2017 - Colombia, Costarica e Ecuador formano una riserva marina nel Pacifico

Colombia, Costarica ed Ecuador formano una riserva marina nel Pacifico

Una riserva marina di 134.500 chilometri quadrati è stata istituita per volontà di Colombia, Costa Rica ed Ecuador, a protezione di una delle aree oceaniche a più alta biodiversità al mondo. Anche se tra le acque nazionali dei tre Paesi continueranno a esistere i normali confini amministrativi, le tre nazioni hanno accettato di collaborare per lavorare in maniera coordinata sulla propria cartografia e riuscire a progettare piani di intervento per la salvaguardia delle specie marine della nuova riserva.

La nuova area protetta amplia tre territori già protetti dall’Unesco come patrimonio dell’umanità: Cocos, Malpelo e Galapagos. Per quanto riguarda la Colombia, ad esempio, il presidente Juan Manuel Santos si è impegnato a raddoppiare le dimensione della riserva già esistente di Malpelo, portandone la superficie protetta a circa 16.000 chilometri quadrati. Le acque che circondano l’isola ospitano una delle più ampie popolazioni di squali al mondo. Anche la Costa Rica si è impegnata a quadruplicare la riserva intorno a Coco Islands, per favorire la salvaguardia dei numerosi squali balena e squali martello che abitano le acque. Come ha chiarito National Geographic , è la prima volta che tre nazioni compiono uno sforzo congiunto per l’istituzione di una riserva oceanica.

Attualmente, il 3% delle acque oceaniche mondiali fa parte di una riserva naturale; solo nel 50% dei casi, però, la pesca è vietata. Costa Rica, Colombia ed Ecuador si sono impegnati a contribuire con le proprie azioni all’importante obiettivo fissato dall’Unesco per il 2020: proteggere il 10% degli oceani mondiali.

L’annuncio della riserva istituita dai tre Paesi si somma a quella dell’area marina creata dalla Costa Rica in marzo, mese in cui è stato creato un nuovo santuario marino intorno alle isole Darwin e Wolf, volto a proteggere dalla pesca circa un terzo delle acque che circondano le Galapagos. Alcuni studi condotti lo scorso anno hanno permesso di capire che l’area intorno alle Galapagos ospita la più alta concentrazioni di squali al mondo. La biomassa ittica intorno alle isole Darwin e Wolf è pari a 17,5 tonnellate per ettaro, il doppio rispetto a Coco islands, conosciuta per essere una delle aree marine con la più alta biomassa al mondo.

Nel 2003, le tre nazioni e Panama si erano già impegnate per la salvaguardia degli ecosistemi marini, costituendo la Eastern Tropical Pacific Seascape, che si estende su oltre un milione di chilometri quadrati ed è come un lungo corridoio sottomarino che collega le aree protette di Panama e Colombia. Questa riserva permette di proteggere una delle principali rotte migratorie delle balene blu e uno dei siti di nidificazione delle tartarughe liuto.


   
© 1999-2018 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti