Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


01-05-2017 - Attacco mortale a Réunion a Adrien Dubosc

Amava gli squali, ne difendeva le abitudini e l'ecostistema ed era impegnato quotidianamente ad avvistarli sulle spiagge dell'isola di Réunion, nell'oceano Indiano. Adrien Dubosc aveva 30 anni: era entrato in acqua davanti a Pointe au Sal a Saint-Leu uno squalo lo ha morso a una gamba.

«Si era allontanato dalla riva con due amici quando uno squalo lo ha attaccato, mordendolo a una coscia - ha detto il portavoce della polizia - E' stato tirato fuori dall'acqua e un'ambulanza è arriva rapidamente. Nonostante i medici abbiano effettuato un massaggio cardiaco, Adrien è morto mezz'ora dopo essere stato attaccato». L'incidente è avvenuto sotto gli occhi di alcuni parenti dell'uomo che hanno assistito alla scena insieme a molti testimoni che affollavano la spiaggia.

Identica sorte era toccata due mesi fa a uno dei migliori amici di Adrien. Il 21 febbraio scorso Alexandre Naussac, 26 anni, è morto mentre faceva bodyboarding davanti alla spiaggia di Saint-Andre, un'area dove gli sport acquatici sono vietati proprio perché a rischio: uno squalo gli ha reciso l'arteria femorale. A nulla sono valsi i tentativi di salvarlo: è deceduto mentre veniva portato in elicottero in ospedale. Entrambi facevano gli "avvistatori" di squali ed erano membri dello Shark Watch Patrol.

La morte di Adrien segna il 21esimo attacco degli squali in soli cinque anni sull'isola, che fa parte del dipartimento d’oltremare francese: nove di questi incidenti si sono rivelati mortali per le vittime. Réunion, con una superficie di 2.512 km quadrati, vive una vera e propria emergenza e viene considerato tra i posti più pericoloso al mondo per gli attacchi di squalo: negli ultimi cinque anni sull'isola è avvenuto il 15% degli attacchi mortali registrati nel mondo.

http://foto.ilmessaggero.it/mondo/isola_di_reunion_30enne_azzannato_ucciso_da_squalo_mesi_fa_la_stessa_sorte_capitata_al_migliore_amico-2412039.html?idArticolo=2412029


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti