Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

Link originale  Specie coinvolta: Squalo angelo - Squatina squatina
        Stampa pagina  


07-01-2018 - A rischio scomparsa lo Squalo Angelo in Adriatico

L'Adriatico, che da solo sostiene il 50% della produzione ittica italiana, insieme al Golfo di Gabes in Tunisia è l’area del Mediterraneo dove si pratica con più intensità la pesca a strascico, particolarmente distruttiva per gli ecosistemi di fondo. Lo Squalo Angelo (Squatina squatina), specie una volta comune nel nostro mare fra comunità di gorgonie, giardini di corallo, scogliere di ostriche, aragoste e scampi, ama vivere sui fondali sabbiosi e fangosi a profondità variabile dai 5 ai 150 metri, è particolarmente vulnerabile a questo metodo di pesca ed è un simbolo della sofferenza in cui versa l’Adriatico e tutto il Mare Mediterraneo.

Ad aggravare la sua situazione c’è il fatto che le basse profondità sono maggiormente frequentate da individui giovani o femmine gravide, cosa che mette ancora più a rischio la specie tanto che la IUCN (Unione Internazionale per la conservazione della Natura) l'ha classificata come specie "fortemente a rischio".

La sua quasi totale scomparsa rappresenta la perdita di biodiversità subita dall'Adriatico negli ultimi 50 anni, durante i quali l'aumento della pesca ha portato a una drammatica riduzione dei grandi predatori come squali e razze (diminuiti del 94%), delfini, foche, balene e tartarughe marine. Solo del 2014 circa 52.000 tartarughe sono state accidentalmente catturate da pescherecci italiani, e di queste almeno 10.000 dono morte. Grava la distruzione di habitat e specie strutturanti come banchi di ostriche, giardini di corallo o elevate densità di spugne, fondamentali per il recupero del mare.

A questi dati si aggiungono quelli sugli stock ittici: acciughe, sardine, naselli, scampi, gamberi dell’Adriatico sono sfruttati ben oltre i livelli di sostenibilità.

http://www.riminitoday.it/cronaca/come-sta-l-adriatico-a-rischio-scomparsa-lo-squalo-angelo.html


Altre notizie relative alla specie coinvolta: Squalo angelo - Squatina squatina

   
© 1999-2018 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti