Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

 Specie coinvolta: Pescecane vipera - Trigonognathus kabeyai
        Stampa pagina  


01-04-2018 - Rarissimo pescecane vipera rinvenuto a Taiwan


Sono stati catturati e identificati per la prima volta nel 1986 ma nei 32 anni successivi sono stati visti raramente e spesso per puro caso.

I pescecani vipera (Trigonognathus kabeyai) sono dei piccoli squali che vivono nelle profondità marine. Cinque sono stati recentemente pescati "bycatch" al largo della costa di Taiwan.

Stando ai resoconti della stampa locale, gli squali sono stati catturati durante una ricerca di routine di un istituto scientifico dell'isola.

I ricercatori hanno riferito di aver riconosciuto la specie grazie alle mandibole lunghe e strette con file di denti a forma di ago.

Si sa molto poco di questi squali avvistati raramente, ma uno studio del 2003 ha preso in esame 39 individui per determinare le loro caratteristiche fisiche. Gli scienziati hanno scoperto quindi che oltre ad avere un morso tagliente, questi squali possiedono anche una mandibola estensibile in grado di allungarsi per afferrare le prede.

Si ritiene che si nutrano per filtraggio andando in cerca di cibo mentre nuotano a bocca spalancata: le analisi sul contenuto dei resti nello stomaco hanno rivelato

che probabilmente ingoiano le loro prede intere.

Sul corpo hanno delle piccole celle che producono luce, chiamate fotofori. Queste cellule consentono ai pesci ad emettere luce nelle profondità marine, il che potrebbe aiutarli nella caccia o nell'accoppiamento. Come tutti gli squali possiedono anche delle squame a forma di V chiamate dentelli dermici che rendono la loro pelle dura, permettendo loro di nuotare via velocemente e silenziosamente.

L'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN) ha catalogato la specie Trigonognathus kabeyai come "carente di dati" perché se ne sa troppo poco.

Questi pesci sono stati trovati solo nelle acque al largo di Giappone, Taiwan e Hawaii. In base alle interviste rilasciate ad un emittente di Taiwan, si pensa che siano soliti migrare muovendosi verticalmente, ovvero che nuotino a profondità diverse tra il giorno (150 metri) e la notte (300 metri).

I pesci catturati variano di grandezza tra i 25 e i 30 centimetri mentre quelli pescati in passato arrivavano a oltre 45.

I loro piccoli corpi affusolati potrebbero essere d'aiuto nell'evitare le reti dei pescatori, ha spiegato il biologo Brit Finucci a Earth Touch News.

Uno dei cinque pescecani vipera catturati pare fosse ancora vivo quando è stato tirato fuori dal mare. I ricercatori lo hanno rimesso subito in acqua sperando che potesse sopravvivere permettendone lo studio, ma è morto nel giro di 24 ore.


Altre notizie relative alla specie coinvolta: Pescecane vipera - Trigonognathus kabeyai

   
© 1999-2018 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti