Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


18-05-2018 - Predazione squalo-delfino nelle acque savonesi

Savona - «Stavo tornando verso la costa, venerdì intorno alle 19, quando a circa un miglio da Varazze ho visto qualcosa di strano». Davide Miglio, istruttore nautico con 30 anni di esperienza, ha preso dal mare savonese la carcassa di un piccolo delfino, un cucciolo di tursiope, ucciso e parzialmente mangiato dai predatori. «Ho notato i morsi sul corpo dell’animale e ho pensato subito a uno squalo di grandi dimensioni».

Non sembra così agli esperti dell’Istituto zooprofilattico di Torino, che a livello nazionale è capofila delle analisi mediche e autoptiche sui mammiferi marini. «Da una prima analisi pensiamo che i morsi più grandi siano stati inflitti da una verdesca - spiega Cristina Casalone, patologa dell’Istituto - è comunque la prima volta che ci imbattiamo in un caso di questo genere. Ora stiamo svolgendo le nostre analisi, non escludiamo che il piccolo delfino abbia riportato un trauma o fosse malato, finendo per essere divorato dai predatori».

I medici dell’Istituto torinese inoltre dichiarano: «Abbiamo scoperto che molti mammiferi marini soffrono di virus e batteri “esportati” dalla terra ferma, come toxoplasma, difteria, salmonella, che li indeboliscono e li disorientano, fino al punto di ucciderli».

http://www.ilsecoloxix.it/p/savona/2018/05/18/ACu7ZBtD-delfino_divorato_savonesi.shtml



Spazio Pubblicitario

1000 x 120
   
© 1999-2020 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti