Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

 Specie coinvolta: Squalo Zambesi - Carcharhinus leucas
        Stampa pagina  


01-02-2011 - Attacco in Messico a Nicole Moore

Nel gennaio del 2011 un'infermiera di trentanove anni, Nicole Moore, andò in vacanza a Cancún, in Messico. Un giorno, dopo aver giocato a beach volleyball con gli amici, decise di andare in mare da sola.

Mentre nuotava nelle acque calde, vide due persone a bordo di una moto d'acqua che facevano dei gesti e le urlavano qualcosa in spagnolo. Lei rispose al saluto sorridendo, pensando che si stessero divertendo, senza sospettare minimamente che volessero attirare la sua attenzione per avvisarla di uscire immediatamente dall'acqua.

I turisti avevano avvistato due squali toro e stavano cercando di avvertire la donna. Nel mentre, facevano di tutto per spaventarli. Solo uno di essi, tuttavia, si allontanò, mentre l'altro si mostrò più ostinato. I bagnanti in sella alla moto d'acqua urlarono ancora una volta verso Nicole e solo allora lei si rese conto che c'era qualcosa che non andava, ma ormai era troppo tardi.

Lo squalo le azzannò la coscia sinistra strappandole trenta centimetri di carne e le lacerò il braccio sinistro, che successivamente i medici furono costretti ad amputare. Con l'aiuto dei bagnini la donna riuscì a mettersi in salvo tornando a riva, ma riportò ferite gravissime.

Ora ricorda:

Le mie ferite erano talmente gravi che tutti rimasero immobili, a fissarmi con sguardo inebetito.

Essendo un'infermiera, Nicole sapeva che doveva rimanere cosciente e indicava agli altri cosa fare per prestarle soccorso. Dopo una settimana in ospedale e molti interventi, la donna ritornò a casa.

Mi sono resa conto della realtà e ho capito che questa era la mia nuova vita. Ormai dovevo imparare di nuovo a camminare. Ho dovuto imparare a convivere con il dolore cronico. Ho dovuto imparare a fare tutto nella vita con un solo braccio, essendo mamma di due bambine.

Ma Nicole è felice di essere sopravvissuta e si ritiene fortunatissima di aver potuto rivedere le figlie e il marito. Non ha paura dell'oceano e degli squali.


Altre notizie relative alla specie coinvolta: Squalo Zambesi - Carcharhinus leucas


Spazio Pubblicitario

1000 x 120
   
© 1999-2020 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti