Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


06-08-2018 - Attacco mortale in Egitto a un turista ceco

Un turista ceco è morto al largo del Mar Rosso in seguito al tragico attacco di uno squalo, un evento estremamente raro. L’incidente è avvenuto giovedì 2 agosto a 20 chilometri a nord di Marsa Alam, una zona popolare per i subacquei e gli apneisti “dove sono presenti gli squali”, ha detto il generale Attef Wagdi, presidente del consiglio comunale.della città.

I media locali avevano precedentemente riferito che i resti di un corpo erano stati trovati su una delle spiagge di Marsa Alam, senza fornire ulteriori dettagli. L’ambasciata ceca in Egitto e il ministero della salute egiziano stanno lavorando insieme “per la consegna del corpo”, ha detto Wagdi.

Il Ministero dell’Ambiente ha anche istituito una commissione per determinare le cause e le circostanze dell’incidente, secondo la stessa fonte. Questo tipo di attacco è molto raro, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, gli squali nel Mar Rosso attaccano molto raramente i bagnanti se non superano i limiti delle zone consentite. Nel 2015, un turista tedesco è stato ucciso da uno squalo su una spiaggia nella stessa zona nel Mar Rosso.

Nel 2010 una donna tedesca è stata uccisa e altri quattro turisti sono stati gravemente feriti durante gli attacchi di squali al largo di una spiaggia di Sharm el-Sheikh, la più famosa località balneare egiziana.

“Mano a mano che in tutto il mondo cresce il numero di persone interessate a fare attività ricreative in mare dobbiamo aspettarci un conseguente aumento di incidenti”, spiega l’International Shark Attack File nel suo report del 2017.


   
© 1999-2018 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti