Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


19-12-2019 - Cayman, centinaia di squali lasciati morire in una rete fantasma

Mentre erano intenti a fare le loro immersioni nelle acque delle Isole Cayman, quattro sub, tra cui il pescatore 27enne, e istruttore di immersioni, Dominick Martin-Mayes, si sono trovati di fronte a uno spettacolo raccapricciante: centinaia di squali in decomposizione e altri pesci aggrovigliati in una rete fantasma galleggiante.

All’inizio credevano fosse un tronco, ma avvicinandosi hanno riconosciuto la rete, che a quanto pare è rimasta in acqua per mesi, intrappolando tutto ciò che capitava.
Dominick ha dicharato:

"Prima sono saltato in acqua e sono rimasto scioccato da quello che ho visto. Mi ha lasciato senza fiato – la prima cosa che ho visto è stata un giovane pinna bianca oceanica."

I quattro sub si sono addentrati tra i cadaveri per liberarli dalla rete, ma purtroppo la maggioranza degli animali era già morta e i tentativi si sono rivelati vani, anche perché hanno dovuto interrompere per non rimanere a loro volta impigliati.

Secondo Dominick alcuni pesci erano talmente decomposti da essere irriconoscibili. Subito dopo il ritrovamento ha informato il Dipartimento dell’Ambiente affinché recuperasse al più presto la rete e il governo delle Isole Cayman ha emesso un avviso per fare in modo di rimuoverla.

Secondo la Cayman Compass non è chiaro se sia trattato di perdita involontaria o abbandono voluto, come spesso accade a causa della negligenza, ma per fortuna, stando agli ultimi aggiornamenti, il pescatore Charles Ebanks l’ha rimorchiata nel porto di Harbour House, dov’è stata recuperata e portata in una discarica per procedere con lo smaltimento.

Purtroppo gli attrezzi da pesca persi o abbandonati in mare, come le cosiddette "reti fantasma", rappresentano un grosso rischio per la fauna marina, essendo in grado si spostarsi per chilometri trascinate dalle correnti e uccidendo moltissimi animali. Un fenomeno purtroppo molto diffuso, come sottolinea il WWF, secondo il quale i nostri oceani ne sono pieni.



Spazio Pubblicitario

1000 x 120
   
© 1999-2020 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti