Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


18-04-2020 - In futuro Apple Watch potrebbe avvisare i bagnanti della presenza di squali

Dal Patent and Trademark Office statunitense si apprende di una serie di brevetti relativi all’indossabile di Cupertino, alcuni dei quali curiosi, come ad esempio un sistema in grado di tenere conto dell’ambiente dove si trova in relazione con l’acqua e la sua composizione: una delle idee consente ad Apple Watch di avvisare nuotatori o snorkelisti sulla presenza di squali nelle vicinanze mettendolo al corrente del pericolo.

In una delle figure allegate ala documentazione presentata all’ufficio marchi e brevetti si evidenzia un sensore nel cinturino. Apple spiega che questo può essere sfruttato per individuare la traspirazione o il sudore sulla superficie della pelle. Questo consente di attivare altri sensori per misurare la composizione chimica del sudore (in sostanza, il Ph). Alla stregua del sangue, infatti, anche il sudore contiene diverse sostanze che possono rivelarsi utili per valutare il quadro clinico di un utente, in particolare legate a patologie tra le quali il diabete e varie malattie renali.

I sensori sono in qualche modo in grado di capire se l’utente è sott’acqua o no, se è semplicemente sotto la pioggia o vicino a un irrigatore, evitando in questo modo di attivare falsi allarmi. Leggendo i dati che arrivano dei sensori, è possibile fare scattare diversi allarmi, incluso l’avanzare di maree o la presenza di predatori pericolosi nelle vicinanze.

Apple ha previsto anche un sistema che, tenendo conto della geo-localizzazione, “comprende” se ci troviamo nei pressi di un lago e attivare di conseguenza il rilevamento di patogeni pericolosi usando sensori di tipo chimico. Altro sensore è quello relativo alla salinità per determinare il grado di salinità dell’acqua e se l’acqua in questione è salata o acqua dolce. Ancora una volta altri sensori possono inviare avvisi se vengono individuati relativi agenti patogeni o livelli di pH non sicuri. È il sito Patently Apple, da cui riportiamo uno scherma di un brevetto, a segnalare i dettagli sulle invenzioni della multinazionale di Cupertino, incluso il brevetto per Apple Watch che rileva la presenza di squali e altri 51 brevetti sull’indossabile della Mela.



Spazio Pubblicitario

1000 x 120
   
© 1999-2020 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti