Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


07-04-2020 - Attacco mortale in Australia a Zach Robba

Un altro attacco da parte di uno squalo in Australia, che ha ucciso il ranger di 23 anni Zach Robba.

“C’era un mare di sangue mentre quella bestia si accaniva su quel poveretto”. Eccolo il racconto dell’orrore visto dagli altri colleghi. Dieci metri più avanti, uno squalo aveva appena finito di attaccare un giovane ferendo in modo grave.

È successo lunedì 6 aprile 2020, vicino a North West Island, 75 chilometri a nord-est di Gladstone, in Australia. Un gruppo di ranger, incaricati alla conservazione della fauna selvatica che lavorano per il Queensland Parks and Wildlife Service decidono di farsi una nuotata dopo una giornata di lavoro. Vanno in barca e si tuffano in mare. All’improvviso ecco che arriva uno squalo e attacca Zach, l’ultimo a salire in barca.

Lo attacca mordendolo alle gambe e alle braccia e poi lo trascina per decine di metri. Quando lo lascia, Zach muore per le gravi ferite riportate. La Premier Annastacia Palaszczuk dello stato del Queensland ha dichiarato che la vittima di 23 anni lavorava per il Queensland Parks and Wildlife Service.

“Ancora una volta una famiglia là fuori è in lutto per un giovane che ha tragicamente perso la vita in un orribile attacco di squalo”, ha detto ai giornalisti. La polizia ha riferito che l’uomo era in acqua e mentre tornava a una barca noleggiata dal servizio quando è stato attaccato vicino all’isola nord-occidentale, 75 chilometri a nord-est di Gladstone. Ha subito gravi ferite alla gamba e al braccio ed è morto in ospedale poche ore dopo. Il sergente maggiore Tony Anderson, detective, ha dichiarato che il ranger ha svolto lavori di manutenzione prima dell’attacco. La vittima è stata l’ultima persona a risalire sulla barca”.



Spazio Pubblicitario

1000 x 120
   
© 1999-2020 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti