Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


30-12-2008 - Attacco mortale in Australia a Brian Guest

SIDNEY -

Nuovo attacco di uno squalo in Australia: un uomo di 51 anni è scomparso mentre nuotava insieme al figlio vicino alla costa a sud di Perth nell'Oceano indiano. Secondo alcuni testimoni, che lo hanno visto dimenarsi nell'acqua, l'uomo sarebbe stato ucciso da uno squalo. La vittima, Brian Guest, secondo l'Australian Broadcasting Corporation, stava facendo 'snorkelling' a soli sei metri dalla costa e si trovava di primo mattino sulla spiaggia di Port Kennedy a sud di Perth, capitale dello stato del Western Australia, quando improvvisamente non è stato più visto.

La polizia ha battuto tutta la zona senza alcun esito. Il figlio ha visto uno squalo nell'area e nello stesso tempo ha perso di vista il padre, perciò si può presumere che si è verificato l'attacco di uno squalo. Un altro testimone ha detto di aver visto l'uomo mentre cercava di divincolarsi in acqua. La televisione australiana ha detto che l'uomo è un banchiere e che si era immerso in mare a caccia di granchi. Ricordano i familiari e gli amici, che Brian era un grande amante della natura, e del mare in particolare. Proprio per questo chiedono che non venga data la caccia allo squalo 'assassino', e che non venga ucciso.

"Era un uomo di mare. Siamo felici che se ne sia andato mentre nuotava nell'oceano. Era la sua passione". Del resto gli squali costituiscono una minaccia abituale per i nuotatori delle spiagge australiane, e i loro attacchi nei confronti degli esseri umani, per quanto non comuni, hanno luogo con una certa regolarità. Tuttavia, gli amici di Guest sottolineano come non sia giusto dare la caccia allo squalo: "Sono nel loro ambiente naturale, e dobbiamo averne rispetto".


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti