Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


23-01-2012 - Australia: due attacchi, a David Pickering e Glen Folkward

Due attacchi in due giorni. Nel mare australiano c’è paura per la presenza di squali e per i rischi per l’incolumità delle persone. L’ultima delle vittime delle aggressioni è David Pickering, un tour operator di 26 anni che è riuscito miracolosamente a salvarsi da un attacco. Ieri è stato afferrato ad un braccio da uno squalo tigre a largo di Coral Bay, sulla costa occidentale dell’Australia.

IL TOUR OPERATOR AL BRACCIO – Il giovane si stava muovendo insieme ad una coppia e ai suoi due figli a circa 100 metri dalla riva quando è stata afferrato all’altezza dell’avambraccio destro e gravemente ferito dal pesce di grandi dimensioni. “Mi sono girato e boom, lui era lì”, ha raccontato David ai giornalisti mentre veniva trasportato in barella sull’ambulanza. “(La forza dell’impatto, nda) era sufficiente per trascinarmi avanti e giù, ho strusciato le mie ginocchia sotto la sua pancia”, ha aggiunto. David ha raccontato di essere riuscito a liberarsi dello squalo colpendono con l’altro braccio. Dopo aver avvertito gli altri componenti del suo gruppo ha fatto rapidamente ritorno a riva per farsi poi trasportare al Royal Perth Hospital. “L’ho preso a calci mentre tenevo il mio braccio fuori dall’acqua”, ha ricordato. La spiaggia nei pressi della quale si è verificato l’incidente è rimasta chiusa per qualche giorno.

IL SURFISTA ALLA GAMBA - Prima di David, mercoledì pomeriggio, in Australia uno squalo ha attaccato il surfista Glen Folkward, 44 anni. L’uomo si stava esercitando lungo le spiagge di Newcastle, sulla costa orientale. Ha subito una ferita lungo una gamba. Ora si trova in condizioni stabili al John Hunter Hospital. La spiaggia è stata riaperta ieri sera, a 24 ore dall’incidente.


http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=qlHODkCZGBc


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti