Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


05-12-2012 - Sudafrica: gli squali bianchi in pericolo per inquinamento ambientale

Un rilevamento a livello muscolare ha evidenziato una presenza di alti livelli di contaminanti ambientali e probabile presenza di proteine femminili in organismi maschili ed immaturi. Gli inquinanti ed i valori osservati sono almeno 100 volte superiori a quelli rilevati in un più piccolo studio realizzato nel 2005 su solamente 3 esemplari, mentre in questo caso sono stati analizzati ben 15 campioni

Un'équipe italo-sudafricana, che comprende ricercatori dell'Università della Calabria, di Siena, di Bologna, di Stellenbosch in Sudafrica, coordinata dal Centro Studi Squali dell'Aquarium Mondo Marino di Massa Marittima (Toscana, Italia) lancia un allarme per i grandi squali bianchi, riguardante il rilevamento a livello muscolare di alti livelli di contaminanti ambientali e la probabile presenza di proteine femminili in organismi maschili ed immaturi.
La ricerca si è sviluppata nell'ambito di un ampio progetto che da alcuni anni ha come obiettivo il monitoraggio dei vari aspetti della complessa biologia degli squali bianchi che vivono lungo le coste sudafricane.


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti