Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


18-07-2013 - Elude, le mute antisqualo

A strisce bianche e blu scure, si basa sul daltonismo dei predatori e sfrutta anche un presunto messaggio di 'incommestibilità' che questa colorazione trasmetterebbe agli animali. E' stata sperimentata in Australia.
Forse lo spunto è stato il 'mantello dell'invisibilità' di Harry Potter che ha spinto i ricercatori dell'Università di Western, nell'Australia occidentale, a studiare e proporre un abbigliamento che rendesse bagnanti e surfisti 'invisibili' agli squali. Una necessità particolarmente avvertita lungo la costa occidentale del continente che ha visto negli ultimi dodici mesi 5 attacchi mortali.

Gli scienziati insieme ai tecnici della Shark, squalo in inglese, ma che in questo caso è l'acronimo di 'Sistemi per la neutralizzazione degli attacchi degli squali', hanno realizzato due mute, battezzate Elude, che renderebbero invisibile il nuotatore agli occhi degli squali. Ed è proprio un rivoluzionario studio sugli occhi di questi grandi predatori, che si è scoperto essere daltonici, che ha indicato questa soluzione cromatica per evitare gli attacchi.

Le mute, sperimentate per due anni, sono a strisce bianche e blu scure, e sono state messe in vendita, andando subito esaurite, a circa 500 dollari australiani. La particolare colorazione oltre a sfruttare il daltonismo dei predatori, si basa anche su un presunto messaggio di 'incommestibilità' che questa colorazione trasmetterebbe allo squalo.
La sperimentazione per ora è stata fatta con gli squali tigre, nei prossimi mesi le mute verranno testate con i grandi squali bianchi lungo le coste australiane e del Sud Africa. E' prudente aspettare il risultato anche di quest'ultima sperimentazione.


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti