Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


18-09-2013 - Hawaii: melassa nele acque di Honolulu, si temono attacchi di squali

I funzionari della sanità hawaiana hanno avvertito nuotatori e surfisti di rimanere fuori dalle acque nei dintorni del porto di Honolulu, grazie ad una perdita di 1.400 tonnellate di melassa che ha causato la morte di centinaia di pesci, i quali a loro volta potrebbero potenzialmente attirare molti squali.
Il dipartimento di salute delle Hawaii ha impiegato tre barche per la rimozione dei pesci morti, e ci si aspetta di doverne rimuorne a migliaia nel corso delle prossime settimane, ha comunicato il portavoce , Janice Okubo.

Una scia dolce di colore marrone, di consistenza liquida e appiccicosa è stata avvistata infiltrarsi nel porto di Honolulu e nella laguna di Keehi. Il dipartimento della salute riporta che lunedi e' stata scoperta una perdita in una conduttura utilizzata per caricare la melassa sulla alle navi gestite dalla Matson Navigation Company. Matson Navigation è una filiale di Matson Inc , che fornisce servizi di trasporto attraverso l'oceano Pacifico dal 1882 .

Roger Smith, proprietario di un negozio per appassionati di immersioni è andato sott'acqua mercoledì per controllare i danni, ed ha raccontato di non aver mai visto nulla del genere in 37 anni di immersioni, l'acqua era totalmente marrone e c'era uno strato di melassa posato sul fondo del mare.

"Tutto quello che era immerso in acqua era totalmente soffocato da uno strato di melassa", ha detto Smith . "Tutti gli esseri viventi di quell'area erano usciti dalle proprie tane, ed il fondo del mare era disseminato di pesci, granchi ,aragoste ,vermi , gorgonie - ed erano tutti privi di vita."

Il dipartimento della salute ha dichiarato che, nonostante la melassa non sia direttamente dannosa per l'uomo, puo' inquinare l'acqua, provocando la morte di pesci ed altre creature marine. Conseguenza diretta potrebbe essere l'aumento dei predatori come squali, barracuda e murene. La melassa è un sottoprodotto della raffinazione dello zucchero di canna.

Okubo ha riportato che e' stato disposto del pesonale per monitorare i livelli di melassa nelle acque, al fine di riuscire a gestire l'impatto della fuoriscita di melassa per un totale complessivo che potrebbe anche arrivare a 223.000 galloni.
Matson ha riconosciuto pubblicamente che la fuoriuscita è stata causata da un tubo difettoso, che era stato fissato male. E ha dichiarato che il prodotto, essenzialmente zucchero, tendera' a disperdersi in acqua.

La società ha detto di essere rammaricata per l'incidente, e che sta facendo il possibile per collaborare con le autorità al fine di adottare delle misure che garantiscano il non ripetersi dell'accaduto.
"Consideriamo con molta serieta' il nostro impatto sulla natura", dice la nota. "Abbiamo una lunga storia nel porto di Honolulu e possiamo assicurare che questo e' davvero un episodio isolato."


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti