Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


27-09-2013 - Lotta ai tumori: allo studio speciale anticorpo nel sangue degli squali

Un gruppo di biologi dell’universita’ di Aberdeen hanno ricevuto un finanziamento di 200 mila sterline dalla charity Aicr, che in Scozia finanzia la ricerca sul cancro, per verificare se è vero che uno speciale anticorpo che si trova solo nel sangue degli squali possa essere usato per inibire la crescita delle cellule tumorali.

Lo studio durera’ 3 anni e si concentrera’ su 2 molecole, HER2 ed HER3. Quando queste molecole si accoppiano sulla superficie di una cellula tumorale, le segnalano di crescere e dividersi. I ricercatori dovranno stabilire se l’anticorpo di squalo IgNAR possa essere usato per impedire alle due molecole di funzionare e inviare il segnale. I risultati del lavoro potrebbero aprire la strada allo sviluppo di nuovi farmaci, sottolineano gli scienziati.

Circa una paziente con cancro al seno su 4 ha un tipo di tumore HER2-positivo (significa che livelli molto alti della molecola si trovano sulla superficie delle cellule maligne). Si tratta di tumori che possono essere trattati con successo con farmaci, ma la resistenza ai trattamenti sta diventando un problema crescente. Helen Dooley, della ‘School of Biological Sciences’ dell’universita’ di Aberdeen, la scienziata alla guida dello studio spiega che il lavoro del team di ricerca sara’ incentrato su un tipo di anticorpo che si trova solo negli squali, ed “e’ interessante perche’ si lega all’obiettivo, un virus o un parassita, in un modo molto diverso rispetto agli anticorpi umani. E ci riesce perche’ l’area di adesione e’ molto piccola e cosi’ puo’ entrare in spazi in cui gli anticorpi umani non arrivano. Noi crediamo di poter sfruttare questa insolita capacita’ di legarsi posseduta da IgNAR e di riuscire a usarla per impedire alle molecole HER2 ed HER3 di sollecitare la crescita e la divisione delle cellule tumorali”, assicura. Il percorso iniziato, precisa l’esperta, e’ molto lungo ma potrebbe approdare a nuovi farmaci anticancro basati su questo anticorpo.


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti