Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


06-11-2013 - Lo squalo dall'uncino sopravvissuto all'estinzione di massa di 350 milioni di anni fa

Aveva un grande uncino sulla testa e sopravvisse alla grande estinzione di massa del Permiano, rifugiandosi in un'area profonda dell'oceano: è un antichissimo squalo ora estinto, i cui resti fossili sono stati scoperti nel Sud della Francia.

Si pensava che queste creature marine non fossero sopravvissute alla grande estinzione di massa avvenuta circa 350 milioni di anni fa, al confine tra il Permiano e il Triassico, quando venne spazzato via il 90% di tutte le specie marine e il 70% circa dei vertebrati terrestri. Con la scomparsa di molte specie poterono farsi largo altri animali, tra cui gli squali moderni.

Descritti sulla rivista Nature Communications dal gruppo coordinato da Guillaume Guinot, del Museo di Storia Naturale di Ginevra, i fossili dello squalo risalgono al periodo compreso fra 140 e 133 milioni di anni fa e sono stati scoperti a 7 chilometri dalla cittadina di Ganges, in una zona che nella preistoria era occupata dal mare.

I resti raccontano come lo squalo preistorico dall'uncino sia vissuto molto più a lungo di quanto si pensasse. I ricercatori avevano immaginato che si fosse estinto perché gli ultimi fossili risalgono al Permiano. I resti scoperti adesso riempiono un vuoto di circa 120 milioni di anni nella ricostruzione della storia di questi animali.

fonte: Alain Beneteau

http://www.ansa.it/web/notizie/specializzati/scienza/2013/11/04/squalo-sopravvissuto_9568191.html


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti