Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


12-11-2013 - Nuova Zelanda: i pescatori cercano di far annullare il divieto di spinnamento degli squali

Il divieto di spinnamento degli squali non aiuta la pesca in Nuova Zelanda. Così dicono i pescatori commerciali che operano nel Paese, in quanto le pinne vengono asportate da esemplari pescati per la loro carne.

Il divieto riguarda gli squali pescati esclusivamente per le loro pinne, ma nulla dice sugli squali pescati a scopo alimentare, secondo quanto affermano i portavoce di Egmont Seafoods, una società che esporta carne di squalo in Australia.

Keith Mawson, manager della società, afferma che il 90% delle pinne di squalo fornite da tali aziende professionali riguardano questo tipo di pesca, quella per le carni, e sarebbe antieconomico uccidere gli squali solo per le loro pinne.

Il Governo Neozelandese prevede un divieto di uccisione di squali solo per le loro pinne introducendolo gradualmente in diverse attività di pesca per più di due anni a partire dal prossimo mese di ottobre.


   
© 1999-2017 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti