Torna alla Home Page

Desktop Area riservata

        Stampa pagina  


02-12-2013 - Film: Il cacciatore di squali (Spagna 1979)

Film del 1979 girato in Messico e mai distribuito in Italia. Il protaginista, Mike Di Donato, interpretato da Franco Nero, è un italo-americano dal passato misterioso che conduce una vita solitaria in un'anonima isola dei mari tropicali con Juanita, una donna del posto.

Conosciuto dalla gente del villaggio come Il cacciatore di squali a causa della sua insolita politica di autosostentamento, la caccia di squali appunto, da cui la compagna ricava oggetti di piccolo artigianato per il mercato locale. Tutto apparentemente normale, fino a quando compaiono gli uomini di una non ben identificata organizzazione alla ricerca di un irraggiungibile bottino di cento milioni di dollari. Mike sarebbe l' unico in grado di recuperarlo, ma non è assolutamente intenzionato a collaborare.

Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, questa pellicola non ha quasi nulla da spartire con Lo squalo, il successo di Steven Spielberg del 1975; il predatore dei mari è solamente un pretesto per imbastire un avventuroso raccontino su sfondo esotico che per il protagonista Franco Nero e il regista Enzo Girolami Castellari rappresenta sostanzialmente una piacevole vacanza di lavoro.

Il cacciatore di squali è stato infatti girato principalmente in Messico, frutto di una coproduzione fra questo Paese, la Spagna e l'Italia; curiosamente però, segnala Wikipedia, in Italia il film non è mai stato distribuito ufficialmente. La sceneggiatura firmata da Alfredo Giannetti, Tito Carpi, Jesus R. Folgar e Jaime Comas Gil procede dalla calma piatta iniziale verso il vortice di azione ed emozioni che chiude la trama.

Nei primi anni '80 all'estero uscirono ben 2 edizioni con audio italiano destinate al mercato locale delle comunità immigrate, in Svizzera per la CBC e in America per la IVP. Per quel che riguarda il DVD il film è stato distribuito negli USA all'interno di un cofanetto di 20 film: “Grindhouse Experience, Vol. 2” del 2007 col titolo “The shark hunter” in lingua inglese. Nel 2005 circolava su ebay un bootleg di provenienza canadese spacciato per originale, si trattava di un riversamento abusivo dal VHS greco.

La storia ci mette un po' troppo a ingranare. Altro limite dell'operazione sta nel cast, che oltre al citato Nero non vede nomi di risalto e nel quale il regista si ritaglia un ruolino. Non è un brutto film senso assoluto, ma non ci hanno perso troppo tempo. Anche la colonna sonora dei fratelli De Angelis, che arrivano perfino ad autoplagiare il tema portante di Altrimenti ci arrabbiamo (Marcello Fondato, 1974), dimostrando così lo scarso entusiasmo profuso in questo lavoro.


   
© 1999-2018 Antonio Nonnis  
Squali.com non utilizza cookies per tracciare gli utenti